Home News Cronaca Rapina a Ostia, ladro si lancia dalla finestra per evitare l’arresto: riporta...

Rapina a Ostia, ladro si lancia dalla finestra per evitare l’arresto: riporta la frattura delle gambe

Emergono i primi sviluppi dopo la rapina sventata ieri a Ostia in Via delle Zattere, con uno dei ladri che ha riportato la frattura di entrambe le gambe.

A darne aggiornamento sono i bollettini clinici del ladro, considerato come lui ha costretto un’autoambulanza a intervenire negli arresti di ieri condotti dai Carabinieri per prestargli i primi soccorsi sanitari. 

La frattura multipla degli arti inferiori è avvenuta dopo un plateale volo dal balcone, con il ladro che ha provato a fuggire agli arresti lanciandosi dal terzo piano di una palazzina. Al malvivente l’iniziativa per darsi alla macchia non ha sortito l’effetto sperato, considerata l’altezza siderale da cui si è lanciato e soprattutto la caduta rovinosa che gli ha conseguito la rottura delle gambe. 

Il ladro – probabilmente novizio nel mondo del crimine – è stato sorpreso dalla resistenza dell’anziana signora che ha aggredito insieme ad altri due complici, con la donna che – nonostante una rovinosa caduta in terra e la rottura del femore – è riuscita ad allarmare i vicini e avvertire le Forze dell’Ordine del commissariato di Via Alfredo Zambrini. 

E’ stato proprio l’arrivo dei Carabinieri all’interno della dimora a portare nel panico il malvivente sudamericano, che sentendosi braccato dagli agenti ha provato una fuga ai limiti del suicidio che solo fortunosamente non gli è costata la vita. 

Per l’uomo è previsto un lungo periodo di degenza sotto stretta osservazione delle Forze dell’Ordine, con un pesantissimo infortunio che potrebbe tenerlo fermo – fortunatamente – quasi un anno e in una condizione che non gli permetterà di fare ulteriori danni in giro per Roma o Ostia Lido. 

I malviventi sudamericani ieri avevano provato a compiere un furto con aggressione all’interno di un appartamento presente su Via delle Zattere, cercando d’intrufolarsi nella casa di un’anziana signora molto famosa nel quartiere delle Repubbliche Marinare. Per provare a ingannare la donna, i ladri avevano finto di essere funzionari comunali inviati nelle case degli anziani per portargli le mascherine contro i contagi da Coronavirus.