Home News Regione Lazio, ok agli asili nido domestici: ecco tutte le novità

Regione Lazio, ok agli asili nido domestici: ecco tutte le novità

Asili nido nel Lazio, novità dalla Regione Lazio. «Oggi è una giornata storica. In Consiglio Regionale del Lazio abbiamo appena approvato, primi in Italia, una importantissima legge che ridisegna il sistema di educazione e istruzione di bambine e bambini fino ai 6 anni di età. Obiettivo: ampliare l’offerta per genitori e famiglie e ridurre al minimo i costi delle rette». 

Asili nido domestici: le novità

«Tantissime le novità. Vengono regolamentati i nidi domestici, comprese le tagesmutter, che possono accogliere fino a un massimo di cinque bambini fra i tre e i trentasei mesi in abitazioni private o in altri contesti di tipo domiciliare, naturalmente in linea con tutti i requisiti igienico-sanitari e delle normative italiane». «Vengono equiparati a servizi di istruzione asili nido, micronidi e sezioni primavera. Questo comporterà un importante e progressivo abbattimento delle rette nei prossimi anni»

Risorse per i meno abbienti 

«Vengono stanziati importanti risorse per il sostegno economico alle famiglie in condizione di disagio socio-economico, con figli disabili e bambine e bambini in affido e che non utilizzano i servizi educativi a offerta pubblica per carenza di posti disponibili, concorrendo al pagamento delle rette di frequenza per i servizi educativi privati convenzioni e non convenzionati». 

Le altre novità

«Viene autorizzato l’uso di fattorie, agriturismi, riserve naturali e parchi per accompagnare i bambini e le bambine nella crescita attraverso percorsi esperienziali spesso totalmente al di fuori delle aule. E regolamentato il servizio sperimentale notturno e in giorni festivi, ancorato ai servizi nei luoghi di lavoro e alle specifiche e documentate esigenze lavorative dei genitori. Vengono inoltre stanziati quasi 50 milioni proprio per l’abbattimento e la riduzione del carico delle rette». 

«Questi i punti più importanti di una legge che ridisegna completamente il modo di approcciarsi all’educazione fino ai 6 anni che fa del Lazio una Regione modello non solo in Italia ma in tutta Europa. Un ringraziamento speciale alla collega Eleonora Mattia, prima firmataria della legge, all’assessore Alessandra Troncarelli e a tutte le forze di maggioranza e opposizione che hanno collaborato attivamente alla sua approvazione». 

Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Lazio, Michela Califano.