Connettiti con noi

News

Rimozione amianto

Pubblicato

il

Rimozione amianto

L’amianto non è certo un materiale che fa piacere avere in casa e tanto meno respirarlo, ma purtroppo esso può far parte della struttura immobiliare della nostra casa. non si contano le persone che, durante delle ristrutturazioni o rifacimenti di parti della propria abitazione, si sono ritrovati di fronte l’amianto.

Riconoscerlo è piuttosto facile perché esso ha una fibra che è plastica, similare al vetro, ma ovviamente molto friabile. Il problema è che questo suo aspetto indica anche una forte usura da cui si sprigionano poi delle micro polveri che sono cancerogene.

Non si deve mai respirare direttamente l’amianto e quando lo si tocca rimane una forte sensazione di bruciore sulle mani o sulle altre parti del corpo con cui è venuto a contatto. Questo perché la pelle si irrita e le tossine che possiede sono molto intossicanti.

Cosa fare se si scopre di avere dell’amianto in casa? Il consiglio è quello di non fare mai delle azioni di estrazione oppure provare e romperlo. I rischi sono altissimi e si presentano a distanza di mesi o anni. Sapete che oggi è stato comprovato che le persone che vengono a contatto con questi materiali sviluppano addirittura dei cancri fulminanti?

La Rimozione amianto deve essere affidata a dei professionisti che sono assolutamente esperti nel suo trattamento e gestione.

Cosa non si deve mai fare con l’amianto?

Cosa non dovete mai fare quando avete di fronte dell’amianto? Non va toccato senza dei guanti protettivi, occhialini e mascherine con alto filtraggio. Romperlo potrebbe essere realmente controproducente e rischioso perché le polveri e micro polveri o pulviscoli, si respirano interamente. Le vie respiratorie si irritano con facilità.

Una volta intossicati dall’amianto si ha a che fare con delle febbri che sembrano stagionali, ma sono molto violente. Inoltre è consigliabile che ci sia immediatamente una serie di analisi e consulenze con il proprio medico.

Ad ogni modo vediamo cosa non fare con l’amianto. Non si deve mai rompere, picconare o spaccare. L’estrazione da eventuali sedi avviene sono quando esso è stato trattato e quindi reso sicuro. Evitate di tirare calci oppure di fare azioni aggressive che lo spezzettano e sfaldano.

Torniamo a dire che essendo un materiale ad alta tossicità è fondamentale che ci si rivolga a dei professionisti.

Come si far rimuovere l’amianto

Le pratiche per rimuovere del tutto l’amianto si studiamo in base all’usura che esso possiede. Vero è che ormai, considerando che sono anni che è terminata la sua produzione, si preferisce l’incapsulamento che avviene con un intrappolamento di questo materiale all’interno del cemento oppure in gabbie contenitive altamente isolanti.

I professionisti possono anche eseguire delle azioni a termica per avere una prima vetrificazione e poi procedere con l’uso del cemento per bloccare interamente eventuali dispersioni di micro polveri. Il lavoro non è certo semplice e occorrono perfino delle attrezzature professionali e altamente isolanti. Dunque la scelta rimane quella di rivolgersi a dei professionisti che sono certificati. Quest’ultimi sono verificati in tutta Italia perché sostengono determinati esami e verifiche direttamente agli enti che si occupano della loro supervisione.

Rimozione amianto

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy