Home News Robot aspirapolvere: a cosa servono e come funzionano

Robot aspirapolvere: a cosa servono e come funzionano

Stai cercando un modo per liberarti dall’impegno di dover continuamente passare la scopa sul pavimento del soggiorno o aspirare peli e polvere che si trovano un po’ ovunque, in giro per la tua casa?

Vai su VestoCasa, il portale numero uno in Italia per coloro che cercano un aiuto dal punto di vista domestico. Le persone oggi non hanno più tempo da dedicare alle pulizie quotidiane. Ecco che sul sito puoi trovare quello che ti serve a buon prezzo. Uno degli articoli più richiesti e che potrebbero fare davvero al caso tuo è il robot aspirapolvere. 

Molto spesso pensiamo alle faccende domestiche come a un impegno davvero molto gravoso che non abbiamo alcuna intenzione di svolgere, sebbene siamo costretti a farlo dalle circostanze (mantenere uno spazio ben tenuto dal punta di vista igienico, la visita di persone da fuori, e così via). Quasi mai pensiamo che, invece di faticare e buttare sudore noi, potremmo chiedere un aiuto esterno. 

No, non parliamo di pagare un professionista perché venga a pulirci casa (chi se lo può permettere?), ma qualcosa del genere, che sia più alla portata del nostro portafogli. L’aiutante domestico del futuro è il robot aspirapolvere: è un elettrodomestico grandioso, in grado di risolvere e tirarci fuori da un grande impiccio, specialmente quando non abbiamo davvero il tempo di combinare nulla, sommersi come siamo dal lavoro e dagli impegni vari quotidiani. 

Se sei una di quelle persone che spesso e volentieri sta fuori casa, per lavoro, dalla mattina fino alla sera e che, quando finalmente giunge nel suo appartamento, a tutto vuole pensare eccetto che a sistemare e pulire le varie stanze, allora sappi che puoi semplificarti la vita.

Ti basta visitare il portale di VestoCasa e troverai la soluzione a tutti i tuoi problemi. E magari anche un po’ di meritato riposo.  Ma tornando a parlare dei robot aspirapolvere andiamo a vedere insieme come funziona e da cosa è composto!

Robot Aspirapolvere: come funziona?

 Innanzitutto diciamo che molti modelli dei robot aspirapolvere hanno una forma circolare e soprattutto hanno un profilo non troppo alto:quest’ultimo ha lo scopo di arrivare a pulire sotto alcuni mobili, che sono messi magari in una posizione non troppo comoda!

Si può dire quindi che un robot aspirapolvere parte dalla sua base di ricarica e inizia a muoversi in maniera autonoma all’interno dell’abitazione e a leggere le varie pareti e anche gli ostacoli, come per esempio suppellettili e mobili vari.

Una parte importante di un robot aspirapolvere è sicuramente il sensore, che ha la funzione principale di evitare che lo strumento si muova all’interno della casa senza fare danni particolari e gravi. Ce ne sono di diverso tipo e ora vedremo insieme quelli principali!

  • Sensori di muro: questi si trovano soprattutto nei modelli più moderni dei robot aspirapolvere. Essi servono per riconoscere ed evitare determinati ostacoli come determinati muri che sono all’interno dell’abitazione o anche muri virtuali, che spesso vengono piazzati per far si che il robot abbia difficoltà a pulire una stanza della casa oppure per impedirgli di cambiare stanza. Nel caso dei muri virtuali (fatti con ricevitore ed emettitore di infrarossi) il robot si attiverà per procedere alla mappatura in quanto andrà a considerarlo un ostacolo che non si può superare; invece per gli altri muri userà una pulizia per i battiscopa che sarà più specifica.
  • Sensori di dislivello: Nella parte inferiore di questo strumento esiste un sensore a infrarossi che avviserà il robot che si sta avvicinando al dislivello: le scale sono infatti un ostacolo molto fastidioso.

Ricordiamo infine che sul mercato esiste anche il robot aspirapolvere compatibile con Alexa.