Home News Cronaca Roma, alla manifestazione di Montecitorio è arrivato anche l’esorcista per Luigi Di...

Roma, alla manifestazione di Montecitorio è arrivato anche l’esorcista per Luigi Di Maio

A Roma non solo una grande manifestazione sotto Montecitorio per far sentire l’opposizione sovranista al Governo del “Conte Bis, ma anche un simpatico siparietto che si è svolto durante l’evento organizzato da Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia. 

Durante la protesta si è presentato in piazza un uomo vestito da esorcista, che durante la viva protesta contro l’attuale governo ha deciso di “esorcizzare” simbolicamente la figura di Luigi Di Maio

Da profilo di Youtube di Blitz TV possiamo vedere l’esilarante scena avvenuta sotto Piazza Montecitorio.

L’uomo ripreso durante l’atto di “esorcismo” si chiama Davide Fabbri, accanito sostenitore del mondo di Destra e per nulla nuovo a siparietti di questo tipo.

Rivendicatosi sui social Facebook come nipote di sangue dell’ex dittatore Benito Mussolini, da diversi anni gira l’Italia per promuovere questo tipo di scene e azioni culturali in chiave “ultra cattolica”.

Preso ora il nome di David in qualità di “diacono esorcista” (almeno questo dice su Facebook), l’uomo non mostra un grande seguito di persone nelle sue azioni politiche: spesso quelle che potrebbero sembrare buone cause da perseguire, finiscono ridicolizzate da suo modo di fare e certi ragionamenti “ultra radicali” che ne rendono ancora più goffa e poco credibile l’iniziativa politica.

Scenette che possono far ridere ma che spesso fanno infuriare le persone, dove il sedicente “esorcista” si presenta inaspettatamente per mettere in atto il proprio delirante rito contro la volontà della cittadinanza locale.

Ecco cosa successe a Bologna nel mese di maggio 2019, dove le telecamere di FanPage.it ripresero questa scena.

Convinto sostenitore del presidente della Federazione Russa Vladimir Putin, si è espresso nella sua battaglie politico-culturali anche sulle tematiche dell’immigrazione, delle politiche LGBT e dell’affidamenti di minori alle coppie omosessuali, oltre ad aver svolto anche un’iniziativa a tutela dei lavoratori alberghieri di Rimini qualche anno fa.

Per quanto la democrazia conceda la “libertà di pensiero” a chiunque, è indubbio come le sue posizioni “ultra cattoliche” non possano essere condivisibili e soprattutto risultano essere poco affascinanti per la maniera in cui viene espressa la tematica.