Home News Cronaca Roma, chiuso ristorante persiano: «Pericolo per la salute pubblica». Irregolarità anche in...

Roma, chiuso ristorante persiano: «Pericolo per la salute pubblica». Irregolarità anche in un locale cinese

Proseguono i controlli da parte della Polizia di Stato disposti dal Questore di Roma Carmine Esposito. Servizi effettuati dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Colombo con la collaborazione del personale della A.S.L.  Roma 2  (Servizio Igiene Alimenti Nutrizione) e personale dell’Ispettorato del Lavoro.

Roma. Controlli della Polizia di Stato presso attività commerciali e nell’area di largo Enea Bortolotti.

Roma. Controlli della Polizia di Stato presso attività commerciali e nell’area di largo Enea Bortolotti.#questuradiroma #essercisempre #poliziadistato Proseguono i controlli da parte della Polizia di Stato disposti dal Questore di Roma Carmine Esposito.Servizi effettuati dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Colombo con la collaborazione del personale della A.S.L. Roma 2 ( Servizio Igiene Alimenti Nutrizione) e personale dell’Ispettorato del Lavoro.Diversi i ristoranti controllati. Il primo un ristorante di specialità tipiche persiane sito in via Ostiense per il quale è stata disposta la chiusura del locale da parte del S.I.A.N. per aver riscontrato pessime condizioni igienico sanitarie, configuranti un pericolo per la salute pubblica: sporco pregresso sul pavimento, contenitori dei rifiuti privi di comando non manuale del coperchio e frigoriferi con guarnizioni non a norma.Controllato anche un ristorante sito in via Ostiense dove gli agenti hanno riscontrato irregolarità per la presenza di un dipendente non in regola con il contratto di lavoro.Anche nel ristorante di specialità cinese e giapponese sito in via del Gazometro i poliziotti hanno riscontrato irregolarità per la presenza di 2 dipendenti non in regola con il contratto di lavoro.I controlli sono continuati nell’area di largo Enea Bortolotti dove sono state identificate 49 persone ed arrestate 2: un minore di anni 17 per il reato di detenzione ai fini di spaccio poiché trovato con 83 grammi tra fumo cocaina e marijuana e un italiano per un rispristino della custodia cautelare in carcere.Roma, 20 gennaio 2020

Gepostet von Questura di Roma am Montag, 20. Januar 2020

Roma, chiuso ristorante di specialità persiane

Diversi i ristoranti controllati. Il primo un ristorante di specialità tipiche persiane sito in via Ostiense per il quale è stata disposta la chiusura del locale da parte del S.I.A.N. per aver riscontrato pessime condizioni igienico sanitarie, configuranti un pericolo per la salute pubblica: sporco pregresso sul pavimento, contenitori dei rifiuti privi di comando non manuale del coperchio e frigoriferi con guarnizioni non a norma.

Irregolarità in un ristorante cinese

Controllato anche un ristorante sito in via Ostiense dove gli agenti hanno riscontrato irregolarità per la presenza di un dipendente non in regola con il contratto di lavoro. Anche nel ristorante di specialità cinese e giapponese sito in via del Gazometro i poliziotti hanno riscontrato irregolarità per la presenza di 2 dipendenti non in regola con il contratto di lavoro.

I controlli sono continuati nell’area di largo Enea Bortolotti dove sono state identificate 49 persone ed arrestate 2: un minore di anni 17 per il reato di detenzione ai fini di spaccio poiché trovato con 83 grammi tra fumo cocaina e marijuana e un italiano per un rispristino della custodia cautelare in carcere.