Home News Roma, controlli a bordo treno e nelle stazioni: scattano sanzioni e 14...

Roma, controlli a bordo treno e nelle stazioni: scattano sanzioni e 14 denunce

14 persone denunciate in stato di libertà, 4527 persone identificate, 502 pattuglie impiegate in stazione. 100 a bordo treno; 219 treni scortati e 10 contravvenzioni amministrative elevate di cui 4 al regolamento di Polizia Ferroviaria.

Questo è il bilancio dell’attività della Polizia Ferroviaria del Compartimento per il Lazio nel corso della settimana scorsa durante i controlli nel “territorio ferroviario” in ambito regionale.

In particolare il 15 gennaio è stata effettuata l’Operazione Oro Rosso ed è stata denunciata 1 persona in stato di libertà, elevata 1 sanzione amministrativa  per  un  importo di  512 euro, 135 persone identificate durante le 19 ispezioni ai depositi di rottami, con l’impiego di 55 operatori della Polizia Ferroviaria del Compartimento Polfer per il Lazio: una giornata quella del 15 gennaio u.s. con una serie di controlli straordinari con lo scopo di contrastare i reati connessi al furto e la commercializzazione del rame utilizzato in ambito ferroviario.

Sempre nella stessa giornata un cittadino di 49 anni è stato denunciato in stato di libertà per minacce e violenza a Pubblico Ufficiale e rifiuto di generalità dagli Agenti della Polizia Ferroviaria di Cassino.

Il capotreno di un treno regionale proveniente da Campobasso ha richiesto l’intervento della Polizia Ferroviaria in quanto a bordo del convoglio vi era la presenza di un uomo privo di titolo di viaggio che infastidiva gli altri viaggiatori. Gli Agenti della Polizia ferroviaria di Cassino lo hanno individuato all’arrivo del treno in stazione, ma l’uomo si è rifiutato di fornire le proprie generalità ed ha iniziato ad inveire contro gli operatori, con insulti e scatti d’ira. Accompagnato presso gli Uffici di Polizia è stato denunciato in stato di libertà.

Nel pomeriggio del 16 gennaio u.s. gli Agenti del Posto di Polizia Ferroviaria di Colleferro hanno rintracciato una donna di 67 anni, in stato confusionale, che si trovava a bordo di un treno regionale proveniente da Roma. I poliziotti, all’arrivo del treno nella stazione, hanno individuato la donna che, disorientata , non era riuscita a dare indicazioni sulla sua identità ed il viaggio che aveva intrapreso.

Pertanto la signora è stata accompagnata presso gli Uffici di Polizia e successivamente,  per accertamenti,  presso  l’ospedale  di  Colleferro  dove  è  stata  raggiunta  dai  propri  familiari avvisati  del rintraccio.

A lieto fine anche la vicenda di una coppia di sedicenni romani che, senza dare notizia alle rispettive famiglie, ha pensato bene di allontanarsi da casa per trascorrere qualche giorno di vacanza a Napoli.

I genitori ne hanno denunciato la scomparsa negli Uffici della Polizia Ferroviaria, non vedendo rincasare i propri figli e non avendo loro notizie.

Gli Agenti del Settore Operativo di Roma Termini, hanno individuato i giovani a bordo di un treno proveniente dal capoluogo campano e, contattati i genitori, glieli hanno riaffidati.

Il 17 gennaio u.s., una bambina di 4 anni si è persa nella Stazione di Roma Termini.

Nello specifico nella mattinata del 17 gennaio una ragazza ventenne si è rivolta ai poliziotti del Settore Operativo di Roma Termini perché aveva trovato ed accudito una bimba di 4 anni che girava da sola in stazione. Gli Agenti, dopo aver accolto la bimba ed avere ottenuto la sua fiducia, sono riusciti a sapere i nomi dei genitori e si sono messi alla ricerca della mamma e del papà, rintracciati dopo pochi minuti in stazione mentre cercavano la propria figlioletta. Fortunatamente i genitori e la bimba si sono subito ricongiunti .

Sempre nella stessa giornata, gli Agenti della Squadra Amministrativa del  Compartimento  Polizia Ferroviaria per il Lazio, hanno denunciato un macedone di 47 anni perché assisteva ignari viaggiatori all’acquisto dei biglietti ferroviari dalle biglietterie automatiche, in cambio di un compenso  per la prestazione fornita.

L’uomo è stato denunciato in stato di libertà anche perché inottemperante ad un ordine di allontanamento emesso dal Questore di  Roma.

Inoltre il personale del Posto di Polizia Ferroviaria di Roma San Pietro ha denunciato due cittadini italiani per aver occupato illegalmente un locale di proprietà delle Ferrovie dello Stato.

Il 18 gennaio personale della Sottosezione Polizia Ferroviaria di Roma Tiburtina ha denunciato in stato di libertà un trentaduenne italiano sorpreso a manomettere un distributore automatico di bevande. I poliziotti con l’ausilio del sistema di videosorveglianza lo hanno individuato, riconoscendo in lui l’autore di altri furti ai distributori automatici avvenuti nei giorni precedenti.

Il 19 gennaio personale del Settore operativo di Roma Termini ha denunciato in stato di libertà una cinquantunenne rumena per aver tentato di rubare un capo d’abbigliamento all’interno di una nota catena commerciale nella Stazione di Roma Termini. La donna muovendosi furtivamente tra gli scaffali ha preso un tuta ginnica e manomessi i dispositivi antitaccheggio si è diretta verso l’uscita del negozio; l’allarme emesso dalle barriere antitaccheggio ha segnalato l’anomalia e la moldava vistasi scoperta ha riposto la merce negli espositori e si è allontanata dal negozio. Il personale addetto alle vendite che ha assisti to ai fatti l’ha segnalata ed è stata intercettata dalla pattuglia della Polizia Ferroviaria nei pressi dei varchi binari.