Home News Cronaca Roma, convivenza impossibile: madre perseguitata e picchiata dal figlio per mesi. Adesso...

Roma, convivenza impossibile: madre perseguitata e picchiata dal figlio per mesi. Adesso il suo incubo è finito

Nei giorni scorsi gli agenti del commissariato Viminale, diretto a Fabio Abis, hanno  eseguito un’ordinanza di custodia in carcere nei confronti di P.A., 22enne romano responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia, aggravato, in danno della madre 63 enne, resistenza a P.U e tentata estorsione continuata.

I Fatti

In particolare la condotta violenta e criminosa posta in essere da P.A. nei confronti della propria madre, viene segnalata presso il commissariato nel novembre del 2019, quando i poliziotti intervengono in via Gioberti, richiamati dalle urla della donna che, dalla finestra di casa, urlava disperata chiedendo aiuto perché il proprio figlio stava dando in escandescenza. I poliziotti, allora, cercavano di riportare alla calma il ragazzo che, in tutta risposta, li ingiuriava e  minacciava ripetutamente.  Accompagnato negli uffici di Polizia il giovane veniva indagato in stato di libertà. In quell’occasione la madre, riferiva esasperata che il proprio figlio non era nuovo a tali comportamenti.

Nonostante nel dicembre 2019 la Divisione Anticrimine della Questura di Roma abbia emesso nei confronti di P.A. il provvedimento di ammonimento, il giovane ha perseverato nel mantenere lo stesso comportamento violento ed ingiurioso nei confronti della madre.

Il 6 aprile 2020,  la madre si è recata, ancora una volta, in commissariato, disperata, temendo per la propria vita. In quella circostanza ha sporto denuncia nei confronti del figlio perché, ormai esausta, oltre ad elencare le violenze verbali patite sin da quando il figlio era minorenne e le continue botte subite dallo stesso, ha riferito che  negli ultimi tempi ha dovuto sopportare insistenti e gravi minacce, anche di morte,  per ottenere soldi.

Spaventata, ha raccontato di essere  riuscita a scappare dalla propria abitazione, mentre  il figlio le scagliava contro il carrello della spesa.

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma ha accolto la richiesta formulata dagli investigatori del commissariato ed ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del 22enne romano.