Home News Cronaca Roma-Lido e Roma-Viterbo: 38 nuovi treni e 800 milioni per migliorare le...

Roma-Lido e Roma-Viterbo: 38 nuovi treni e 800 milioni per migliorare le infrastrutture delle ferrovie

L’assessore ai Trasporti regionale Mauro Alessandri, l’amministratore Unico di Astral Antonio Mallamo, il presidente di Cotral Spa Amalia Colaceci e il direttore territoriale Produzione Roma di Rfi Vito Episcopo, questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, hanno annunciato 38 nuovi treni per migliorare le infrastrutture delle ferrovie Roma-Lido e Roma-Civita Castellana-Viterbo. Un investimento della regione Lazio pari a 800 milioni: 315 milioni per i nuovi convogli per entrambe le linee, 144 milioni per l’ammodernamento e il potenziamento della Roma-Lido e 337 milioni per la Roma-Viterbo. I primi 500 milioni saranno pronti entro il primo semestrale del 2020, mentre tutti gli interventi saranno conclusi per la fine del 2022.  Inoltre, per quanto riguarda la futura governance delle ferrovie, dal 1 gennaio 2020 Astral affiancherà Atac nella gestione delle infrastrutture fino al 1 luglio 2020, data in cui Astral diventerà unico gestore delle infrastrutture e dal 1 gennaio del 2021 Cotral affiancherà Atac anche nella gestione dell’esercizio, fino al 1 luglio 2021, quando Cotral diventerà gestore unico dell’esercizio sulle due linee ferroviarie.

Sulla Roma-Lido tra pochi mesi, partiranno i lavori per migliorare l’intera infrastruttura: è già partita la gara per l’acquisto di 20 nuovi treni. Per l’ammodernamento della linea Roma-Viterbo sono in arrivo 337 milioni: la cifra, come ha spiegato Alessandri, servirà per raddoppiare la tratta Riano-Morlupo e saranno investiti per la predisposizione del raddoppio della tratta Montebello-Riano. 

Il coordinatore romano di Forza Italia e capogruppo nell’Assemblea capitolina, Davide Bordoni, ha così commentato: “Ci auguriamo che gli investimenti per la Roma Lido e per la Roma Viterbo (c.d. ferrovie ex concesse) che oggi sono stati promessi in conferenza stampa in Regione alla presenza dell’assessore ai Trasporti possano essere realmente destinati al miglioramento della rete. Non solo Stazioni, recinzioni e barriere hanno bisogno di essere innovate ma serve una vera e propria manutenzione straordinaria. I guasti quotidiani su quelle linee sono l’incubo di tutti i pendolari romani. Diamo da subito un segnale concreto con la riapertura della stazione di Dragona pronta da mesi e non ancora inaugurata. I cittadini adesso hanno bisogno di fatti concreti e non parole al vento per rassicurare l’utenza, si cambi passo se la Regione ne ha veramente intenzione e capacità o in alternativa è meglio lasciar perdere“. Il consigliere regionale del Pd Lazio Michela Califano ha invece dichiarato: Gli 800 milioni di euro stanziati dalla Regione Lazio per la Roma-Lido e per la Roma-Viterbo sono una notizia straordinaria. E di questo voglio ringraziare l’assessore regionale Alessandri, l’amministratore Unico di Astral Antonio Mallamo e il presidente di Cotral Spa Amalia Colaceci. Sono 20 mesi che io e tanti colleghi sollecitiamo in maniera continua un loro intervento per mettere mano a una tratta, la Roma-Lido, che va assolutamente rigenerata e rivoluzionata. Con questo mega-piano siamo assolutamente certi di risolvere in maniera definitiva l’Odissea di migliaia di pendolari costretti, quotidianamente, a disavventure non degne di una Capitale mondiale. La strada, per carità, è ancora lunga. Iniziamo oggi a mettere mano a un problema intricato e per nulla semplice da sbrogliare. Ma sono straconvinta che da qui alla fine del mandato della giunta regionale, nel 2022, riconsegneremo a Roma e a tutti i pendolari che ne usufruiscono, una linea finalmente meritevole di questo nome. Così come voglio ringraziare l’assessore Alessandri per l’impegno e il lavoro che si sta svolgendo, dopo la commissione lavori pubblici che avevo richiesto, per la metro Giardinetti di Roma. In particolare per la Roma-Lido gli interventi riguarderanno sia la governance: le società regionali Astral e Cotral affiancheranno Atac nella gestione delle infrastrutture e delle linee, diventando poi gestori unici della linea nel 2021. Sia l’acquisto di nuovi treni sia opere infrastrutturali: il rinnovo totale della linea, deviatoi compresi, nuove recinzioni, un nuovo deposito Ostia Lido, un potenziamento e risanamento totale della linea elettrica, barriere fonoassorbenti, manutenzione straordinaria del materiale rotabile esistente. I cantieri avranno una durata di 36 mesi con la conclusione dei lavori prevista entro la fine del 2022″