Home News Cronaca Roma, stretta sulla movida: troppi assembramenti fuori dai locali, chiuse tre attività

Roma, stretta sulla movida: troppi assembramenti fuori dai locali, chiuse tre attività

Sono circa 2mila  i controlli effettuati ieri sera e proseguiti fino alle prime ore dell’alba da parte della Polizia Locale di Roma Capitale nelle zone della movida cittadina, come Trastevere, San Lorenzo , Piazza Bologna e Rione Monti. Centinaia gli interventi degli agenti per riportare al rispetto delle norme  anti contagio e per la vendita, somministrazione e consumo di alcol fuori dall’orario consentito. Non sono mancati anche gli accertamenti sulle strade per contrastare i comportamenti scorretti e pericolosi alla guida. 
 

Leggi anche: Roma, la movida ‘se ne frega’ del Covid, la Polizia risponde con multe e chiusure ai locali

Tre i  locali di somministrazione chiusi per ordine pubblico  nella zona Lungaretta – San Cosimato,  per la presenza massiccia di  persone  fuori dai locali che aspettavano di entrare, creando forti assembramenti ed impedendo di fatto l’osservanza delle regole atte a limitare il contagio.  Un presidio fisso di agenti è  stato necessario sulla scalea del Tamburino a Trastevere, dove gli operanti hanno garantito  l’ordine e il rispetto delle norme a tutela della salute pubblica. 
 
Anche  a Piazza Bologna decine di agenti hanno dovuto presidiare costantemente l’area per garantire il rispetto del distanziamento sociale, oltreché per contrastare la vendita , la somministrazione e il consumo irregolare di alcol. Effettuati altresì mirati controlli per verificare l’ osservanza del codice della strada.
 
Nel corso dell’attività di vigilanza  sono scattate una decina di sanzioni, secondo quanto previsto dal Regolamento di Polizia Urbana, sia per gli esercizi di somministrazione, che per gli avventori  che hanno violato le regole che limitano la vendita ed il consumo di bevande alcoliche. Oltre un centinaio invece le contestazioni per mancato rispetto delle norme che regolano la circolazione stradale.