Home News Cronaca Roma, tassista aggredito brutalmente per 20 euro, la figlia: «Potevano ammazzarlo»

Roma, tassista aggredito brutalmente per 20 euro, la figlia: «Potevano ammazzarlo»

Aggressione nella notte tra il 18 e il 19 gennaio scorsi a Roma, nel quadrante Ostiense. Roberto Chiacchierini, 62enne tassista, a margine di un diverbio avuto con tre clienti per una corsa da pagare, è stato brutalmente aggredito riportando una vistosa ferita sulla testa. A denunciare l’accaduto è stata la figlia dell’uomo.

Tassista aggredito all’Ostiense: la testimonianza

La figlia Giorgia si sfoga sui social mentre è in ospedale al S. Eugenio con il papà. «Mio padre ha preso tre persone di colore a Termini, e le ha portate in Via Libetta in un locale come da loro richiesto. A fine corsa non volevano pagarlo, tra una discussione e l’altra alla fine tirano fuori i soldi ma mentre stava dando loro il resto lo hanno colpito in faccia. Parliamo di una ventina di euro, ci rendiamo conto?».

L’aggressione. «Magari volevano portargli via i soldi che aveva? Potevano ammazzarlo! E a noi chi ce lo restituiva mio padre?».

L’indifferenza. La figlia se la prende anche perché nessuno, malgrado l’affollamento di una delle vie più frequentate nella movida del fine settimana, è intervenuto a difesa dell’uomo. «Nessuno è intervenuto, stando in una via piena di locali di venerdì sera vi lascio immaginare la gente che c’era. Si è avvicinato qualcuno per “soccorrere” mio padre solamente dopo che erano scappati».