Connettiti con noi

Notizie Salute e Benessere

Il Calendario Tricostarc 2021 per celebrare la bellezza con le pazienti oncologiche

Pubblicato

il

La caduta dei capelli nei pazienti che sono costretti a seguire dei trattamenti chemioterapici è uno degli effetti collaterali più devastanti che un individuo è tenuto ad affrontare dal punto di vista emotivo.

Il cancro trasforma dentro e fuori

La perdita totale o quasi dei capelli si ripercuote in massima parte sull’autostima e sull’autopercezione delle donne, che affidano da sempre ai capelli una parte importante della loro bellezza e dell’impressione che possono dare al prossimo di se stesse.

Per questo motivo le parrucche per pazienti chemioterapici costituiscono un fortissimo supporto emotivo per coloro che soffrono immensamente nel non riconoscere più la propria immagine nello specchio.

Ovviamente non sono solo i pazienti oncologici ad attraversare un periodo estremamente difficile mentre si sottopongono alle terapie necessarie a combattere il loro male. Anche le loro famiglie hanno bisogno della massima assistenza e del massimo supporto mentre assistono il malato. Veder migliorare l’umore e la reattività del malato attraverso l’utilizzo di parrucche adatte al suo viso e alla sua età, sarà senza dubbio un toccasana anche per coloro che stanno sostenendo la persona nel suo percorso di cura.

L’iniziativa a sostegno delle donne

Una bellissima iniziativa, che da anni viene portata avanti con grande passione dalle fondatrici di Tricostarc è il Calendario Tricostarc, che coinvolge ogni anno pazienti oncologiche invitate a posare come modelle sfoggiando le loro parrucche e la loro nuova fiducia nel proprio aspetto esteriore.

Tricostarc è un centro specializzato nella risoluzione di problemi derivati dalla caduta dei capelli che da anni si impegna a fornire alle donne gli strumenti necessari a combattere il cancro, anche dal punto di vista estetico ed emotivo.

Il Calendario Tricostarc 2021 è stato realizzato in una situazione di grande difficoltà, a causa delle necessarie misure di distanziamento sociale che era necessario mantenere per salvaguardare la salute di modelle, fotografi e altri professionisti, quindi è stato scattato interamente al chiuso, mantenendo però la stessa carica motivazionale e rivoluzionaria di sempre.

Bisogna puntualizzare però che di solito i capelli ricrescono normalmente alla fine del ciclo di chemioterapie. Nel momento in cui la terapia cessa, il corpo comincia a guarire davvero e a ripristinare il proprio equilibrio biologico. In questo momento così particolare e delicato l’organismo va supportato in ogni modo affinché sia in grado di rigenerare rapidamente, facendo nascere e crescere capelli belli e forti.

Negli approfondimenti della redazione di Healthspring si riporta che curare l’alimentazione in questo periodo diventa fondamentale per assicurare all’organismo le vitamine e gli altri nutrienti di cui ha bisogno per gestire la propria ripresa. L’alopecia dovuta ai trattamenti è generalmente reversibili, quindi al termine sarà importante sostenere la ricrescita dei capelli con amminoacidi (tra cui metionina, cisteina, taurina e arginina) ma anche preziosi minerali come ferro, zinco, magnesio, acido folico e vitamine (in particolare vitamina C ed E).

Vedere di nuovo sulla propria testa i capelli, anche se più deboli e fini di prima, rappresenta per la donna un grande primo passo verso la ripresa fisica e psicologica con acquisizione di una maggiore sicurezza del suo potenziale femminile.

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy