Connettiti con noi

News

Scadenza Imu dicembre 2021, quando scade la seconda rata? Info utili, riduzioni ed esenzioni

Pubblicato

il

scadenza imu

Siamo prossimi alla scadenza del versamento della seconda rata dell’Imu (Imposta municipale propria) o del saldo completo, nel caso sia stato scelto il pagamento in un’unica soluzione, ma ci sono molte novità in merito, diverse le esenzioni dal pagamento. La data è fissata per il 16 dicembre 2021 e ricordiamo che si applica in tutti i comuni italiani a eccezione del Friuli Venezia Giulia e delle province autonome di Trento e di Bolzano, regolate dai rispettivi statuti. Vediamo nello specifico il funzionamento.

Leggi anche: Casa occupata abusivamente: cosa fare e cosa dice la legge

Chi deve pagare l’Imu e su quali proprietà

La tassa Imu si applica a tutti i fabbricati (a eccezione delle abitazioni principali che non rientrano nelle categorie A/1, A/8 e A/9), alle aree fabbricabili e ai terreni agricoli. Ricordiamo che dal 2020 l’Imu si applica anche a fabbricati rurali ad uso strumentale, fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fabbricati merce (che godranno dell’esenzione a partire dal 2022). La tassa dovrà essere pagata dal proprietario o dal titolare di altro diritto reale, dal concessionario in caso di aree demaniali o dal locatario in caso di leasing.

Le esenzioni previste dai Comuni

I singoli Comuni possono assegnare l’esenzione dal pagamento Imu agli immobili dati in comodato gratuito al Comune (o a un altro ente territoriale a un ente commerciale per l’esercizio di compiti istituzionali o statutari) e agli esercizi commerciali e artigianali in zone precluse al traffico a causa dello svolgimento di lavori per la realizzazione di lavori pubblici che si protraggono per oltre sei mesi. Ma le esenzioni non si fermano qui: a causa della pandemia, infatti, sono state applicate delle dispense particolari relative alla seconda rata dell’Imu.

Le esenzioni a causa della pandemia

A causa dell’emergenza COVID-19 sono state applicate delle esenzioni particolari. Nello specifico esse si rivolgono agli immobili destinati al cinema e ai teatri, immobili con sfratti per morosità, immobili colpiti dal sisma (Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna del maggio 2021; Centro Italia dell’agosto 2016; comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno nell’isola di Ischia dell’agosto 2017). Per quanto riguarda coloro che hanno versato la prima rata Imu (giugno 2021) per gli immobili con sfratti per morosità o immobili ubicati nei luoghi colpiti da uno dei sisma appena elencati, è previsto il rimborso della prima rata dell’anno 2021. Inoltre per gli immobili con pensionati non residenti in Italia, è prevista una riduzione del 50%.


Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it