Connettiti con noi

News

Schermi a led: le soluzioni per interno ed esterno

Pubblicato

il

Schermi a led

Molto spesso, il buon andamento di un’azienda nel lungo periodo dipende dall’atteggiamento assunto sul mercato e dalla notorietà del brand tra i consumatori. Per farsi conoscere e farsi apprezzare dall’opinione pubblica, è indispensabile un investimento nel settore della pubblicità online e offline. Tra i modelli di promozione offline più redditizi, ci sono sicuramente gli schermi a led, inseribili sia all’interno che all’esterno di edifici e punti vendita.

Gli uni e gli altri, pur avendo delle caratteristiche differenti, sono in grado di catturare l’interesse dei consumatori e di migliorare la presentazione dei beni e dei servizi offerti, garantendo quella dinamicità che non può mai mancare nell’epoca contemporanea.

Per trovare valide soluzioni pubblicitarie, basta un’occhiata alla vasta gamma offerta da Macropix azienda produzione schermi a led, divenuta sinonimo di qualità e di professionalità. Detto ciò, a parere di chi scrive, si rende indispensabile un esame dettagliato delle proposte indoor ed outdoor.

Schermi a led: l’ideale per gli ambienti interni

All’interno di un esercizio commerciale (un negozio d’abbigliamento, una profumeria, una gioielleria, etc.), scrutando le pareti del locale, è facile notare l’installazione di alcuni schermi a led.

L’intento del gestore è quello di creare una pubblicità dinamica, gradevole ma soprattutto capace di catturare l’occhio e la mente dei visitatori. Una pubblicità che parli dei prodotti venduti e che, al tempo stesso, sappia raccontare l’evoluzione del brand. Utilizzando degli schermi a led, il gestore acquisisce l’opportunità di mostrare ai propri clienti immagini di presentazione delle nuove collezioni, offrendo un’anteprima sui prossimi trend.

Similmente, nei negozi di videogiochi e di accessori per il comparto gaming, gli schermi a led vengono utilizzati per mostrare agli appassionati le ultime novità ed i titoli usciti di recente. Volendo dare un assaggio della grafica e del gameplay di quei titoli, andrebbero posizionati degli schermi a led con un passo (ovvero la distanza tra i pixel) inferiore ad 1 millimetro ed in grado di riprodurre immagini e video in altissima definizione.

Se i dispositivi sono dotati di tecnologia RGB, con led racchiusi in strutture triangolari, tutti i colori messi in mostra si presenteranno caldi, nitidi e molto luminosi agli occhi dello spettatore.

Ledwall: la soluzione per un’ottima pubblicità all’esterno

Chiaramente, chi punta ad una migliore pubblicità all’esterno non potrà contare sugli schermi led sopra descritti e dovrà cercare delle valide alternative come i ledwall.

Nella scelta del ledwall outdoor, il titolare del marchio da promuovere dovrà tener conto di una serie di importanti aspetti: la distanza intercorrente tra il maxischermo e l’occhio dello spettatore, il grado di esposizione agli agenti atmosferici, la resistenza dell’apparecchio all’escursione termica e le funzionalità incluse nel dispositivo. Un esempio aiuterà a chiarire eventuali dubbi.

Se si vuole promuovere un nuovo punto vendita in città, il consiglio è di puntare su un ledwall in centro città oppure lungo le strade dove il traffico si intensifica nelle ore di punta, ottenendo un’ampia visibilità. Per essere davvero funzionale agli scopi promozionali, il ledwall installato dovrebbe possedere un passo tra i pixel da almeno 5.9 millimetri ed una struttura composta da un minimo di 24 moduli. Per colori nitidi, dinamici e brillanti all’esterno, c’è bisogno della tecnologia RGB, di cui si è già parlato trattando degli schermi a LED per ambienti interni.    

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy