Connettiti con noi

Programmi TV e Spettacolo

Bakayoko, il calciatore del Milan fermato e perquisito dalla Polizia con la pistola: ecco cosa è successo, il video

Pubblicato

il

Bakayoko fermato dalla Polizia

Lo hanno fermato in pieno centro a Milano e non per chiedergli una foto o un autografo. Lo hanno fermato per perquisirlo e per farlo hanno usato la pistola. Poi, in un secondo momento i poliziotti si sono accorti dell’errore: quell’uomo che stavano controllando, che pensavano fosse un altro, era il centrocampista del Milan, Tièmoué Bakayoko. Il video dello ‘scambio di persona’ è diventato presto virale sui social: si vede il calciatore di spalle, il poliziotto intento a perquisirlo, poi qualcuno che lo avvisa dello sbaglio. Tra l’incredulità e lo ‘stupore’ dell’operatore. 

Perché Bakayoko è stato fermato a Milano?

Stando a quanto precisato dalla Polizia di Stato, e riportato dall’Ansa, la notte prima della domenica, giorno in cui il calciatore è stato fermato, c’erano state delle risse tra stranieri e gli agenti erano alla ricerca di un suv scuro, con a bordo due uomini. La domenica, quindi lo scorso 3 luglio, le Volanti hanno effettuato quel controllo e lo hanno fatto armati, con le pistole. ‘Sbagliando’ persona.

Ora, però, la Questura avrebbe già fatto chiarezza con la società rossonera. 

Lo scambio di persona 

Quello che è certo è che il calciatore è stato ‘scambiato’ per un’altra persona. E che quel video è diventato presto virale sui social, tra l’ironia degli internauti e i commenti pungenti. Perché c’è chi ha gridato al razzismo e ha polemizzato sulla vicenda. In realtà, la descrizione corrispondeva, ma non era certo Bakayoko l’uomo che la Polizia stava cercando. 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy