Home Pomezia Bilancini-Fedeli-Amici, l’Indomita cala il tris: Nuova Aureliana k.o.

Bilancini-Fedeli-Amici, l’Indomita cala il tris: Nuova Aureliana k.o.

LA SQUADRA SI CONFERMA AL PRIMO POSTO DEL RAGGRUPPAMENTO

Come all’andata. L’Indomita Pomezia, un girone dopo, supera nuovamente con tre gol –  Bilancini, Fedeli e Amici (all’andata finì 3-1) – la Nuova Aureliana e prosegue spedita la sua marcia verso il titolo.  Il successo, il terzo di fila in questo 2016, consente ai pometini di tenere a debita distanza il Morandi, uscito anch’esso vittorioso dal confronto settimanale contro la Junior Portuense. Domenica prossima, dopo due trasferte consecutive, la squadra del Presidente Padula torna al Maniscalco per affrontare il CSL Soccer, quinta forza del torneo.

Nuova Aureliana – Indomita: tre gol per continuare a sognare

Parte forte l’Indomita Pomezia che prova subito a portere l’inerzia dell’incontro dalla propria parte. Di Cori ci prova da calcio piazzato ma la barriera respinge. Il primo ad arrivare sulla sfera è Fedeli che però tira alto. Lo stesso Fedeli (7′ di gioco) replica poco più tardi, questa volta incaricandosi in prima persona della battuta di una punizione: l’esito è però lo stesso, con una manciata di centimetri, questa volta dal palo alla sinistra del portiere, ancora a separare l’attaccante dal gol. Il match, nei minuti successivi,  si assesta su ritmi più blandi e di occasioni concrete, da una parte e dall’altra, non ne arrivano. Prova a rompere gli indugi, al 22′ giro d’orologio, l’Indomita con Martini, il quale gioca la carta del tiro dalla distanza: Bucca, seppur con qualche difficoltà, sventa il pericolo. Al 25′ si fa vedere anche la Nuova Aureliana. Ranieri calcia dalla distanza, Borrelli controlla e osserva il tiro scivolare sul fondo. Un minuto più tardi la compagine capitolina prova ad aggiustare la mira. Questa volta Borrelli è battuto ma la conclusione di Pau non centra di un soffio lo specchio. Alla mezzora doppia chance, nel giro di un minuto, per l’Indomita: dapprima Di Cori alza troppo la mira su invito di Mariani, ben servito a sua volta da una stretta combinazione sull’asse Martini-Capriati, poi lo stesso Capriati viene fermato dall’estremo difensore avversario al termine di un’altra manovra avvolgente orchestrata da Amici. Al 36′, tutto sommato, l’Indomita raccoglie i frutti di una maggior supremazia territoriale. Corner di Fedeli, svetta più in alto di tutti Bilancini che batte con un poderoso colpo di testa il portiere. La Nuova Aureliana accusa il colpo. A distanza di 60 secondi i pometini sfiorano il raddoppio. Mariani si invola verso la porta avversaria ma, poco prima del tocco vincente,  il portiere in uscita bassa salva la porta e mantiene in corsa i suoi. E’ poi lo stesso n.1 capitolino a ripetersi poco prima del duplice fischio: in questo caso è Mariani a dover fare i conti con il muro alzato da Bucca.

Nella ripresa l’Indomita Pomezia ipoteca i tre punti. Scambio Nardi-Capriati – è l’ottavo minuto di gioco -, palla in profondità per Fedeli che entra in area, prende la mira e supera il portiere avversario. Il match, alla resa dei conti, finisce qui. Al 19′ poi ci pensa Amici a chiudere definitivamente i conti. Di Cori, dalla sinistra, converge verso al centro e serve Fedeli. L’attaccante, senza indugi, cede la sfera a Mariani il quale, a sua volta, pesca un liberissimo Amici che trafigge per la terza volta Bucca. Il minutaggio restante è pura accademia per l’Indomita che fa buona guardia e conduce in porto il prezioso risultato.