Home News Sport La Mirafin non si ferma più!

La Mirafin non si ferma più!

Formazioni:\n\nMirafin: Dimario, Scifoni, Broggi, Frasca, Spera, Gobbi, Di Fiori, Milanesi, Di Antonio, Raubo. All. Mantegazza.\n\nAccademia Sport: Truglia, Saltarelli, Truppa, Bertani, Mercuri, Ercole, Giorgi, Babbo, Favero. All. Marocco.\n\nE sono sette. Sette partite e altrettante vittorie. Questa volta a fare le spese della corazzata guidata da mister Mantegazza è l’Accademia Sport, travolta da una valanga di reti, 11-2, che paradossalmente potevano essere molte di più se non fosse stato per l’ottima prestazione del portiere avversario autore di almeno una quindicina di interventi decisivi. Passando alla cronaca, dopo appena 1 minuto di gioco il capitano Spera trova un gran diagonale dalla fascia destra che termina in fondo al sacco per la prima di una lunga serie di realizzazioni; neanche tre minuti ed arriva il raddoppio con  Raubo al termine di un triangolo con Gobbi. Partita in discesa e già al decimo del primo tempo le reti erano salite a quattro grazie a Frasca e Gobbi. Mantegazza, sfruttando il pieno controllo della gara, fa ruotare la panchina permettendo ai ragazzi che hanno trovato meno spazio di mettere preziosi minuti nelle gambe. La prima frazione si chiude così sul 4 a 0. Ad inizio ripresa quinta rete con Spera per i padroni di casa ma a distanza di pochi minuti arriva anche la prima gioia per gli ospiti con un tiro all’angolino di Dimario. Al 18° sesta rete di Raubo, a seguito di una serie di sostituzioni, e anche il secondo gol ospite in fotocopia del primo. Sul 7 a 2 la Mirafin continua a martellare gioco e arrivano le prime reti stagionali per Scifoni, bravo a chiudere sul secondo palo, e Milanesi. Prima del triplice fischio del direttore di gara chiudono il risultato sull’11 a 2 Raubo e Gobbi con azioni personali. A fine partita ecco il commento di mister Mantegazza: “Sono contento per la vittoria e per essere arrivato a quota 53 reti fatte e solo 7 subite. Si vede che il lavoro fatto  in settimana sta dando i suoi frutti. Vorrei dire ai ragazzi di impegnarsi sempre con umiltà perché si può davvero arrivare lontano.” Ora sotto con la prossima partita a Latina, tuttavia senza  la guida tecnica del ct costretto a dare forfait a causa di un intervento in ospedale. (al mister vanno i migliori auguri di una pronta guarigione da parte di tutta la redazione del Corriere della Città)