Home News Sport La Mirafin stravince lo scontro al vertice

La Mirafin stravince lo scontro al vertice

\n\nFormazioni:\n\nMIRAFIN: Di Mario 7,5, Scifoni 7, Corcione 7,5, Frasca 7, Spera 7, Gobbi 7, Golino 7,Raubo M. 7,5, Carboni 7, Raubo J. 8,5.\n\nARCOBALENO: Galdurisi 7, Capasa 5, Felaci 6, Marchi 6,5, Sergola 6,5, Iannilco 6 Di Barzolotti 5,5, Vicario 6.\n\nMarcatori: 3° e 8° pt. Raubo (MI); 5° st. Felaci (AR); 8° st. Spera (MI); 19° st. Corcione (MI)\n\nI Giovanissimi ’96 della Mirafin non tradiscono le attese e portano a casa una straordinaria vittoria nella sfida più delicata della stagione, tre punti preziosissimi conquistati contro l’Arcobaleno con cui condivideva la testa della classifica. I padroni di casa hanno praticamente dominato l’intera gara e il punteggio finale, 4-1, non ripaga al meglio la superiorità mostrata in campo anche a causa di qualche episodio sfortunato di troppo con addirittura 6 pali colpiti. Gli ospiti, di contro non sono riusciti quasi mai a far valere il proprio gioco, subendo spesso l’aggressività e la rapidità dei rosso-blu. La gara può peraltro essere riassunta nel seguente modo: un primo tempo totalmente ad appannaggio della Mirafin, un inizio di ripresa a favore dell’Arcobaleno che riuscirà a riaprire almeno virtualmente l’incontro ed infine la seconda metà di frazione ancora dominata dai padroni di casa con le reti del tre e del quattro ad uno definitivi. Il copione del match appare molto chiaro sin dalle prime battute di gioco e dopo appena 3 minuti i padroni di casa riescono a passare con Raubo: tocco rapido di  Gobbi al limite dell’area, destro potente ed 1-0. Nei minuti successivi ancora rosso-blu protagonisti, ma le conclusioni prima di Corcione e poi di Gobbi termineranno, fra le grida del pubblico, sui legni della porta difesa da Galdurisi. Ma all’8° nemmeno la sfortuna impedirà alla Mirafin di raddoppiare ancora con Raubo, autore di un eccellente doppio passo al limite dell’area e di una precisa conclusione che non lascia scampo al portiere avversario. Da segnalare prima del gol, il terzo palo colpito dallo stesso numero 10, bravo non c’è che dire a ribadire in rete la sfortunata respinta. Con il match in discesa i padroni di casa abbassano il ritmo permettendo agli ospiti di alzare il baricentro, ma le trame offensive, spesso macchinose e confusionarie, non impensieriranno mai l’estremo difensore rosso-blu; per vedere la prima vera conclusione bisogna aspettare il 14° quando   Sergola si rende protagonista di una grande conclusione dalla media distanza, ma Di Mario, ben piazzato,  devia in angolo. Il resto del primo tempo non regala altre emozioni significative e l’arbitro manda tutti negli spogliatoi sul punteggio di 2-0. Insomma meglio di così non si poteva sperare per l’Arcobaleno. Ad inizio ripresa tuttavia i rosso-blu calano leggermente di concentrazione permettendo all’Arcobaleno di rendersi pericoloso e di trovare dopo alcuni tentativi la rete per accorciare le distanze dopo appena 5 minuti. Nell’occasione la retroguardia ardeatina pecca di concentrazione e Felaci è bravissimo ad approfittarne, siglando la marcatura che riapre la partita. Ma la rete subita ha anche il merito di risvegliare la compagine di mister Riccardo che riprende a macinare campo e gioco trovando nel giro di tre minuti il gol del 3-1 questa volta con Spera, cinico nel sfruttare nel migliore dei modi un prezioso assist del solito Raubo a cui va senza ombra di dubbio la palma di migliore in campo. La rete chiude praticamente l’incontro anche se è opportuno sottolineare tra le altre, la prova del portiere rosso-blu, decisivo,con due tre interventi, per mantenere inalterato il risultato e non dare adito a speranze di recupero. Al 19° comunque, ci penserà Corcione a chiudere definitivamente il match siglando in contropiede il definitivo 4-1. Raggiante il mister a fine gara: “Sono contentissimo del lavoro svolto dai miei ragazzi, non potevo chiedere di meglio. Prima dell’incontro avevo detto che chi vinceva questa sfida avrebbe vinto il campionato; certo ora dobbiamo disputare tutte le altre gare con la massima concentrazione ma abbiamo fatto sicuramente un bel passo in avanti. Un plauso a tutti i ragazzi per la grande partita disputata ed in particolare al piccolo Michele che gioca sotto età”\n\nSi chiude così una giornata carica di soddisfazioni per la Mirafin che può festeggiare meritatamente il primo posto solitario in classifica.\n

Luca Mugnaioli