Connettiti con noi

Ultime Notizie Sportive

L’Italia vuole continuare a stupire e Mancini non intende mollare

Pubblicato

il

Nazionale italiana di Calcio (foto dal profilo ufficiale Facebook)

Avere sulla maglia il blasone di nazionale campione d’Europa porta con sé onori e soprattutto oneri. Lo sa bene l’Italia, che dopo aver conquistato il campionato continentale due mesi fa proprio a Wembley, contro l’Inghilterra padrona di casa, si ritrova adesso con la scomoda etichetta di squadra da battere sia nelle qualificazioni ai mondiali di Qatar 2022, sia alla prossima Nations League. Gli azzurri allenati da Roberto Mancini, che tre anni e mezzo fa ha preso il timone di una nave distrutta e alla deriva per poi ripararla e ricondurla in acque sicure, stanno continuano ad oggi a vivere un ottimo periodo. Lo dimostra, in effetti, il  raggiungimento del record di partite consecutive senza sconfitte, ossia 37, conquistato dopo la vittoria per 5-0 contro la Lituania nella fase di qualificazione mondiale. 

E così, dopo aver scalato la vetta della qualificazione mondiale, diventanto prima del suo girone, un traguardo per il quale l’Italia è favorita secondo le ultime quote sulle scommesse attuali di calcio online, la truppa di Mancini si prepara al prossimo impegno ravvicinato, ossia la Final Four di Nations League. Parliamo di un torneo nuovo che si svolge per la seconda volta nel continente europeo e che vede l’Italia ospitare la fase finale tra Milano e Torino, dove lo stadio Giuseppe Meazza e l’Allianz Stadium saranno le sedi designate per le due semifinali. L’Italia dovrà affrontare allo stadio di San Siro la Spagna il prossimo 6 ottobre, in quella che sarà la possibile rivincita della semifinale degli Euro 2020. In quell’occasione gli azzurri ebbero la meglio sugli iberici solamente ai calci di rigore, dimostrando però di avere più carattere e di essere più solidi dal punto di vista mentale.

L’Italia di Mancini c’è ed è pronta per una nuova sfida

La prossima sfida contro la Spagna potrebbe rivelarsi ostica, anche se lo status di campione d’Europa e il momento di elevata forma fisica degli uomini di Mancini, possono essere un’arma a favore degli italiani, i quali avranno anche dalla loro parte l’appoggio del tifo di casa. Lo stesso tecnico marchigiano ha voluto confermare che i suoi ragazzi stanno bene sia a livello mentale sia per quanto riguarda la tenuta fisica, un aspetto da non sottovalutare mai, soprattutto in epoche di molti impegni di livello ravvicinati. 

Nonostante alcune sbavature soprattutto dal punto di vista offensivo nei match di qualificazione contro Bulgaria e Svizzera, gli azzurri hanno continuato a palesare una notevole compattezza, riuscendo soprattutto a non farsi prendere dal nervosismo nei momenti in cui il pallone non voleva entrare in rete. Di certo c’è che oggi Mancini si trova di fronte a una sfida ancora più grande di quella accettata dopo aver firmato il suo contratto con la Federcalcio per la risurrezione della nazionale. Oggi la sua Italia deve dimostrare con i fatti di continuare a poter vincere dopo averlo già fatto, ossia la cosa più difficile da operare nel calcio. Se una volta toccato il fondo si può solo risalire, la vera sfida è infatti quella di mantenersi in cima nonostante gli assalti avversari e il passare del tempo. In questo, l’esperienza di Mancini, tecnico navigato, sarà fondamentale.


Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it