Home News Stati Generali, Conte: “Dobbiamo reinventare il Paese”

Stati Generali, Conte: “Dobbiamo reinventare il Paese”

ROMA (ITALPRESS) – “Abbiamo lavorato in un clima di massima concentrazione,molto proficuo e intenso, abbiamo toccato con mano problemi e approfondito sofferenza. Abbiamo riscontrato tanta creatività, c’è stata restituita tanta energia”. Lo ha detto il premier, Giuseppe Conte, nel corso della conferenza stampa a Villa Pamphilj. “Sono stati lavori molto intensi – aggiunge – non ci siamo chiusi affatto ma ci siamo aperti alla società civile, mondo produttivo e della cultura. Abbiamo iniziato sabato scorso incontrando tutte le massime autorità europee e internazionali, abbiamo ragionato del quadro dell’economia”.
Il presidente del Consiglio, dopo aver rivolto un pensiero ad Alex Zanardi, ha citato lo scrittore Alessandro Baricco: “Abbiamo aperto all’impossibile il panorama della nostra mente, allargato all’impensabile il piano della nostra azione”. “Il piano di rilancio – afferma – non è una semplice raccolta di riforme, ci siamo resi conto che non è sufficiente riformare il paese ma dobbiamo reinventare il Paese che vogliamo, non dobbiamo accontentarci di qualche semplice riforma”.
La misura dell’intervento sull’Iva, annuncia, “è allo studio ma non ancora abbiamo preso una decisione, questa settimana sarà decisiva”.
Tre le linee direttive condivise durante le giornate di confronto a Villa Pamphilj: la modernizzazione del Paese, transizione energetica, Italia inclusiva.
Riguardo alle forze di opposizione dice: “Non hanno raccolto il mio primo invito, tornerò a offrire una ulteriore occasione di confronto. Credo sia più opportuno incontrarsi con ciascuna forza. Spero che accoglieranno l’invito, confido di farlo questa stessa settimana”.
(ITALPRESS).