Connettiti con noi

News Tecnologia

Confronta altoparlanti Bluetooth

Pubblicato

il

I principali vantaggi degli altoparlanti Bluetooth sono la portabilità e la connettività wireless entro una certa distanza. È importante ricordare che anche i migliori altoparlanti bluetooth non suonano paragonabili a altoparlanti più seri. Questa volta abbiamo confrontato gli altoparlanti bluetooth JBL Flip 5 e Sonos Roam.

JBL Capovolgere 5

L’altoparlante bluetooth JBL Flip 5 sembra quasi identico all’esterno del modello precedente, il Flip 4. Impermeabile fino a una profondità di 1 metro secondo la certificazione IPX7 e le lesioni possono essere evitate grazie alla copertura in gomma. La sua potenza è di 20 Watt RMS. È dotato di 1 altoparlante da 4,4 x 8 cm e 2 radiatori bassi passivi laterali.
Disponibile in 11 colori, così ognuno può trovare quello che si adatta ai suoi gusti. L’altoparlante è dotato di un connettore USB-C gratuito per l’altoparlante. Sfortunatamente, per qualche motivo, la presa Jack da 3,5 mm è stata lasciata fuori. La funzione Party Boost consente di collegare tra loro 2 altoparlanti Flip 5.
Il produttore del JBL Flip 5 promette 12 ore di funzionamento e la portata dell’altoparlante è di circa 10 metri. Sfortunatamente, non è possibile effettuare chiamate in vivavoce. Frequenza di trasmissione dell’altoparlante: 65 Hz-20kHz e pesa 540 grammi. Sul retro c’è l’alimentatore, il pulsante di associazione Bluetooth e l’ingresso USB-C. Durante il funzionamento, i pulsanti sono illuminati. Dispone di pulsanti standard di accensione/spegnimento e volume.
Per quanto riguarda il suono, il piccolo altoparlante bluetooth portatile suona bene e in modo chiaro, anche se abbiamo scoperto che i suoni medi e alti erano un po’ più deboli. I bassi suonavano sorprendentemente intensi, il che è davvero encomiabile per un diffusore così piccolo. Il JBL Flip 5 è ​​eccellente anche con i computer, ma si comporta bene anche alle feste.

Sonos Roam

Sonos Roam è, a nostro avviso, uno dei migliori altoparlanti bluetooth portatili che abbiamo testato finora. Roam rileva dove ti trovi e regola l’audio nella stanza utilizzando la sintonizzazione Trueplay e la funzione Sound Swap trasmette l’audio all’altoparlante Sonos più vicino. Roam è classificato IP67, il che significa che è resistente alla polvere e all’acqua. Sfortunatamente, l’altoparlante non si spegne automaticamente quando esci da un’app, quindi se non te ne accorgi, il tuo dispositivo potrebbe esaurirsi rapidamente.
Roam consente 10 ore di riproduzione continua. Per ricaricare, puoi anche collegare l’altoparlante Roam al caricabatterie wireless magnetico Sonos, ma puoi anche caricarlo con il cavo USB-C incluso. Può essere posizionato verticalmente o orizzontalmente. Non solo il Roam può essere utilizzato come altoparlante portatile, ma può anche essere parte di un sistema Sonos multi-room e, con Google Assistant e il controllo vocale di Alexa, funziona anche come altoparlante intelligente. Se sposti l’altoparlante dall’esterno all’interno, l’altoparlante si connetterà automaticamente al Wi-Fi grazie alla commutazione automatica. Con Auto TruePlay, l’altoparlante adatta il suono al tuo ambiente. Il suono di Roam è caratterizzato da bassi eccezionali, a volte con una leggera mancanza di precisione ritmica. La forma dell’altoparlante ricorda una bottiglia d’acqua, quindi possiamo portarlo con noi molto facilmente, anche in una piccola borsa.

È abbastanza robusto e resistente alle condizioni atmosferiche. Si dice che resista fino a 30 minuti sott’acqua. La parte anteriore dell’altoparlante presenta un logo Sonos in rilievo bianco; sopra di esso, un LED indica lo stato di connessione dell’altoparlante, mentre un LED all’altra estremità fornisce informazioni sulla durata della batteria. Sul lato sinistro dell’altoparlante ci sono i pulsanti del volume, il pulsante di riproduzione/pausa e un pulsante per accendere e spegnere il microfono. Il Roam può anche essere abbinato a un altro altoparlante Sonos. Disponibile in bianco e nero. Supporta AirPlay 2 su dispositivi Apple con iOS 11.4 e versioni successive, Spotify, Apple Music, Deezer, Tidal, Sonos Radio… e altro. utilizzando l’applicazione Sonos S2. A causa dei bassi intensi, i dettagli sono stati un po’ persi e anche la gamma media è stata messa in secondo piano. C’erano anche carenze in termini di precisione e ritmo.

Quale altoparlante bluetooth è il vincitore?

Entrambi gli altoparlanti hanno funzionato bene nel nostro test, ma in termini di suono e funzionalità, il Sonos Roam è stato chiaramente il nostro traguardo. Il prezzo è superiore a quello del JBL Flip 5, ma in cambio otteniamo un’eccellente connettività, un design robusto, una serie di funzioni intelligenti e un suono molto serio.

 


Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it