Home News Consulenza SEO, tutti i passaggi necessari

Consulenza SEO, tutti i passaggi necessari

Molti allo scopo di rilanciare la propria attività, oppure di iniziare ad acquisire i primi clienti, si affidano ad una consulenza SEO.

Questo strumento è certamente utile in tante situazioni, ma anche nell’effettuare una consulenza SEO è fondamentale rispettare alcuni passaggi che si potranno vedere qui.

I passaggi, infatti, hanno come obiettivo quello di consentire sia una corretta analisi della realtà che si andrà a valutare, sia di impostare una strategia coerente.

Tutti i passaggi della consulenza SEO

Ecco, quindi, tutti quelli che saranno i corretti passaggi di una consulenza SEO ben fatta:

  1. L’analisi

L’analisi è una fase essenziale per ogni tipo di consulenza SEO ben fatta, e parte da quella che è la valutazione del sito internet che si dovrà migliorare o che, addirittura, sia necessario creare da zero.

Si valuteranno elementi come la struttura del sito, ma anche i contenuti e le parole chiave che dovranno essere assolutamente presenti nel sito affinché questo sia facilmente rintracciabile dal cliente.

L’analisi, inoltre, riguarderà anche i concorrenti dell’attività o del professionista che stia richiedendo la consulenza SEO. In questo modo ci si renderà conto del panorama nel quale il sito, o l’ecommerce, si andrà ad inserire.

L’analisi che comprenda anche quella che è la valutazione della concorrenza si potrà dividere in due ulteriori fasi.

La prima verrà chiamata analisi dell’autorità, sia per la tua pagina sia per il tuo dominio. Così, si effettuerà la così detta PA, o Page Authority, e la DA, o Domain Authority come analisi all’interno dei risultati dei motori di ricerca.

Proprio valutando le pagine che risulteranno a seguito di una ricerca su Google sarà possibile controllare la loro autorità e anche il “peso” che queste avranno dal punto di vista delle ricerche e nelle preferenze degli utenti che abbiano ricercato determinate parole chiave.

La seconda fase si riferisce alla possibilità di ottenere i così detti backlink da parte di quelli che sono siti con un certo peso e una determinata autorevolezza.

 Come puoi comprendere, il fatto di realizzare una rete di backlink non potrà realizzarsi in modo automatico ed immediato, ma richiederà del tempo e ulteriori analisi.

 

Nel momento in cui sarà stato possibile arrivare alla realizzazione di tale “rete”, allora anche i backlink faranno parte dell’analisi SEO, sia relativamente al tuo sito, sia con riferimento alla concorrenza.

La fase di analisi in genere si concluderà con un report all’interno del quale si indicheranno le conclusioni raggiunte in modo preciso, con la specificazione anche delle azioni che andranno intraprese.

  1. L’ottimizzazione on page

Il secondo passaggio sarà costituito dall’ottimizzazione on page, quindi relativa al sito stesso.

Si potranno effettuare delle modifiche relative alla struttura del sito, che partiranno dal codice HTML del portale fino a quelli che potranno essere particolari come il numero e la struttura delle pagine del sito.

Sempre in questa fase si dovrà generare la mappa del sito, fondamentale per consentire ai motori di ricerca di “individuare” correttamente il sito.

Farà sempre parte di questa fase dell’ottimizzazione la parte dedicata all’URL del portale web, ma anche quella che si riferisce ai meta tag, ai titoli e ai paragrafi, sia nel caso in cui il sito abbia un blog, sia nel caso in cui questo elemento non sia presente.

Infine, si effettuerà una valutazione, e alcune modifiche, in merito alle immagini presenti all’interno del sito, che a loro volta dovranno essere ottimizzate.

  1. Creazione dei contenuti

Dopo aver sistemato la parte strutturale del sito e aver valutato gli elementi più tecnici, si passerà alla creazione dei contenuti.

Ovviamente, anche il contenuto di un sito dovrà rispettare delle regole specifiche, ad esempio con riferimento alle parole chiave, ai titoli e alla quantità di parole che comporranno ogni singola pagina.

Nei contenuti si potranno inserire dei link, e si potranno anche valutare link verso altri siti che, a loro volta, abbiano linkato il sito per il quale si stia facendo la consulenza SEO.

  1. Analisi periodiche

Dopo aver creato il sito la consulenza SEO non si fermerà e verrà accompagnata da analisi periodiche e da report.

Ad esempio, si potranno dare dei feedback relativamente alle prestazioni del sito a seguito dell’ottimizzazione, ed effettuare ulteriori modifiche nel caso in cui queste si rendano necessarie.