Home Ardea Tor San Lorenzo, anziano salvato in mare dopo un malore dalla giovane...

Tor San Lorenzo, anziano salvato in mare dopo un malore dalla giovane bagnina. Interviene anche l’eliambulanza

All’ora di pranzo un anziano signore è stato colto da un malore mentre faceva il bagno nel mare di Tor San Lorenzo. L’episodio si è verificato intorno alle ore 13, quando l’uomo si è tuffato nella spiaggia libera accanto lo stabilimento balneare Bagni Stella di Via delle Colombe, nel Comune di Ardea. Immediato è stato l’intervento di due bagnanti, che vedendolo in difficoltà lo hanno preso di peso e fatto sedere sotto il suo ombrellone

I primi soccorsi sono arrivati dalla giovanissima Miriam, bagnina di 16 anni presso lo stabilimento Bagni Stella: la ragazza ha messo l’uomo in posizione di sicurezza in attesa dell’arrivo dei sanitari del 118. 

La ragazza ha dichiarato alla stampa sull’episodio: “Il signore a quanto pare aveva bevuto appena arrivata sul posto ho trovato l’uomo poco cosciente con la schiuma in bocca e sul corpo. Nel frattempo è partita la richiesta di soccorsi ed ho avvisato lo staff dello stabilimento per aiutarmi a far rispettare le distanze di sicurezza. In pochi minuti sono arrivati i sanitari e hanno preso cura di lui. L’uomo aveva circa 70 anni“.

Sul posto necessario l’intervento dei sanitari del 118, che sono intervenuti con un’ambulanza, l’auto medica e un’eliambulanza atterrata nelle dune limitrofi. Un soccorritore si è complimentato con la ragazza per l’intervento effettuato: “La bagnina è stata molto brava: è intervenuta in tempo, non è stata necessaria nessuna manovra di rianimazione“.

Sul Litorale Sud di Roma salgono a tre casi di malore in spiaggia negli ultimi giorni. Domenica 28 giugno un uomo era stato soccorso sempre a Tor San Lorenzo, dopo un malore riscontrato nella spiaggia libera accanto allo stabilimento “La Venere in Bikini”. A Torvaianica invece una donna di 45 anni stava affogando in mare negli scorsi giorni: l’hanno portata in salvo i bagnini dello stabilimento balneare “Celori”.