Home News Cronaca Tragedia all’Infernetto: Mattia Roperto travolto e ucciso a soli 14 anni, conducente...

Tragedia all’Infernetto: Mattia Roperto travolto e ucciso a soli 14 anni, conducente dell’auto positivo al drug test

Una vita spezzata a soli 14 anni. E’ morto così Mattia Roperto ieri sera a Roma nel quartiere Infernetto mentre attraversava la strada. Ad ucciderlo un’auto in Via Cilea all’altezza della scuola. Mattia era andato a cena con i compagni di classe, per festeggiare la fine dell’anno scolastico.

Leggi anche: Incidente mortale a Fondi: perde la vita a 19 anni in sella al suo scooter, chi era la vittima

Tragedia all’Infernetto

Da una prima ricostruzione, sembra che il giovane sia stato sbalzato per diversi metri, circa una quindicina: per lui l’impatto con l’auto e con l’asfalto è stato fatale. Il conducente dell’auto che ha investito il ragazzo si è fermato diversi metri più avanti rispetto all’incidente, andando a prestare soccorso, ma non c’era purtroppo più nulla da fare. I rilievi sono stati a cura della polizia locale di Roma Capitale. Sul posto sono arrivati i sanitari del 118 che non hanno potuto far altro che constatare il decesso del 14enne. 

Leggi anche: Ostia, incidente in Via Cristoforo Colombo: auto contro bici, ciclista in codice rosso. E ora i parenti cercano testimoni

Muore Mattia Roperto: conducente dell’auto positivo all’esame tossicologico

Il conducente dell’auto, un ragazzo di 22 anni, è risultato positivo al test della droga. Al momento si trova in stato di arresto. La vittima, Mattia Roperto, era uscito con gli amici per festeggiare la fine dell’anno scolastico. 

Via Cilea: da tempo i residenti chiedevano interventi per la sicurezza

La strada dove si è consumata ieri sera la tragedia non è certo nuova alle cronache. Mattia, purtroppo, non è la prima vittima in quel tratto di strada che, tra parentesi, è uno degli snodi principali del quartiere e sotto la competenza del Comune di Roma. In particolare da tempo i residenti si battono per chiedere interventi – ad esempio l’installazione di dossi – per una messa in sicurezza soprattutto contro l’alta velocità; già nelle prossime ore, da quanto appreso dalla nostra redazione, potrebbe essere lanciata una raccolta firme per chiedere provvedimenti urgenti all’Assessore all’Urbanistica del X Municipio.