Connettiti con noi

Cronaca

Vaccino Covid, la terza dose non serve per tutti: per gli esperti bastano le prime due dosi

Pubblicato

il

terza dose

La terza dose di vaccino contro il Coronavirus è stata confermata, ma non per tutti, solamente per alcune categorie di persone. Per la maggior parte della popolazione basterebbero infatti le “classiche” due dosi. Questo è quanto è stato concordato da un gruppo internazionale di scienziati. Tra loro anche alcuni esperti dell’Organizzazione mondiale della sanità e dell’Agenzia del farmaco americana.

La terza dose

Intanto dallo studio pubblicato su ‘The Lancet’, si apprende che “anche nelle popolazioni con un’elevata copertura vaccinale la minoranza non vaccinata è ancora il principale fattore di trasmissione, oltre a essere essa stessa a maggior rischio di malattia grave”. Tuttavia, rispetto all’uso della terza dose per l’intera popolazione, Ana-Maria Henao-Restrepo dell’Oms, principale autrice, spiega che “la fornitura limitata di questi vaccini salverà la maggior parte delle vite se verrà messa a disposizione di persone che più rischiano forme gravi e non hanno ancora ricevuto alcun vaccino. Anche se alla fine la somministrazione di un ‘booster’ potrebbe produrre un certo beneficio – e ancora – Se ora i vaccini venissero distribuiti dove più servirebbero, potrebbero accelerare la fine della pandemia, inibendo l’ulteriore evoluzione delle varianti”. Inoltre, viene anche sottolineato che “anche se i livelli di anticorpi nelle persone vaccinate diminuiscono nel tempo, ciò non comporta necessariamente una riduzione dell’efficacia dei vaccini contro la malattia grave”.


Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it