Home News Consigli di Viaggio e News Turismo Comprare casa al mare conviene? Scopriamolo insieme

Comprare casa al mare conviene? Scopriamolo insieme

Gli Italiani sono noti in tutto il mondo come un popolo di risparmiatori che ama investire particolarmente nel mattone.

Questa tendenza che è decisamente ultra-decennale, non sembra vicina ad arrestarsi, tanto che secondo le ultime statistiche, circa metà della popolazione possiede addirittura una seconda casa

Detto questo, in un periodo nel quale il mercato immobiliare appare in ripresa dopo anni decisamente asfittici, ha ripreso piede tra gli investitori l’idea di acquistare una seconda casa al mare. Ebbene, la domanda che molti si pongono è se questa sia ad oggi una scelta lungimirante oppure si possa definire come il classico passo sbagliato con cui si rischia di mandare in fumo i risparmi di una vita.

Premesso che per dare una risposta univoca bisogna valutare ovviamente esigenze e situazione di ogni singolo investitore, si può tuttavia cercare di dare delle risposte a questa domanda, in modo da poter aiutare ad orientarsi nella scelta.

Conviene comprare una casa al mare?

Per rispondere a questa domanda, ci siamo rivolti agli esperti di Aligros Immobiliare, che opera nel Salento.

“La risposta alla domanda se convenga o meno comprare una casa al mare è tendenzialmente positiva se si pensa che chi ha comprato un immobile negli ultimi 20 anni ha visto diminuire quello che è il suo valore reale di circa il 15%.”

Questo cosa significa nel concreto? Che chi oggi vende lo fa ad un prezzo sensibilmente più basso rispetto a quello a cui ha acquistato e chi oggi è nella veste del compratore può fare ottimi affari. 

Questo discorso vale sia per gli immobili residenziali da adibire a prima abitazione sia, ovviamente per le case al mare.

Stando ad una ricerca effettuata da addetti del settore questo è uno dei motivi per cui chi dovesse oggi affittare una casa al mare appena acquistata, potrebbe ritrovarsi ad ottenere un rendimento annuo lordo pari a quasi il 6%. Ovviamente per arrivare a tali rendimenti bisogna considerare diversi aspetti, non ultimo la zona turistica in cui si è deciso di comprare l’immobile da affittare durante il periodo delle vacanze.

“Lo diciamo non perché siamo di parte, ma un’ottima soluzione potrebbe essere quella di scegliere la Puglia, e acquistare un appartamento in vendita sul mare nel Salento.”

Detto dei vantaggi che si possono riscontrare nell’acquistare una casa al mare da affittare, bisogna però tenere ben presenti anche alcuni aspetti che oggettivamente possono essere negativi. Il riferimento è prima di ogni altra cosa alle tasse che bisogna pagare per l’acquisto di una seconda casa, le quali sono sensibilmente più alte rispetto a quelle che si pagano per poter acquistare una prima casa.

A questo riguardo basti ad esempio pensare al fatto che l’imposta di registro pesa per il 9% rispetto ad una percentuale pari al 2% per la prima casa. Inoltre bisogna tenere ben presenti le spese di gestione, tra cui rientrano ovviamente anche tutte le imposte, quali IMU, TASI e TARI, le quali incidono in modo assai marcato per quanto concerne il mantenimento di una abitazione che non sia quella principale. Inoltre, nel momento in cui la casa al mare venga messa a reddito, bisogna tenere presente che il reddito prodotto sarà oggetto di tassazione.

Per concludere ci dicono: “Insomma, per decidere se acquistare una seconda casa al mare è operazione conveniente, bisogna prendere in considerazione tutta una serie di fattori, anche se allo stato attuale, per chi ha delle liquidità, potrebbe risultare un investimento da prendere in seria considerazione, pur dovendo ovviamente valutare con una certa attenzione tutti quelli che possono essere i pro e i contro di una operazione che comunque andrebbe a coinvolgere una parte considerevole del proprio patrimonio”.