Home News Consigli di Viaggio e News Turismo Le tue vacanze studio con Estate INPSieme

Le tue vacanze studio con Estate INPSieme

Studiare divertendosi è possibile, grazie alle vacanze studio Estate INPSieme, che come ogni anno permettono a migliaia di studenti, figli e nipoti di dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione, di viaggiare e studiare all’estero con un piccolo  contributo elargito dall’ente. Per arrivare nella destinazione prescelta è necessario però partire con il piede giusto già da casa, in modo da potersi godere appieno il divertimento, scoprendo una destinazione che ospita una cultura diversa da quella che si ha a casa, migliorare le proprie competenze linguistiche e conoscere nuovi amici.

Un ripasso prima della partenza

Preparare al meglio la propria valigia è sicuramente importante, ma anche rinfrescare quanto si è studiato durante l’anno scolastico lo è. Un ripasso di vocaboli e grammatica serve a migliorare le proprie capacità di capire le persone che si incontreranno nella destinazione, ma anche Netflix e gli altri servizi di streaming possono aiutare, impostando la lingua dell’audio e quella dei sottotitoli nella lingua che vuoi imparare durante la vacanza studio. Ciò consente di imparare a comprendere accenti diversi da quello del professore che ti ha insegnato le lingue straniere durante l’anno scolastico. 

 

Le vacanze studio INPSieme 

Le vacanze studio Estate INPSieme sono erogate da tour operator come Phoenix Travel, in linea con quanto presente nei bandi pubblicati dall’INPS all’inizio dell’anno. Si tratta di progetti pensati per offrire vacanze studio a figli e nipoti di dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione. Il bando l’anno scorso ha erogato 22.930 contributi per l’estero e 12.020 per l’Italia.

L’importo massimo per ciascun contributo era pari a:

  • € 2.000,00 per soggiorno di durata pari a quindici giorni/quattordici notti nei viaggi studio INPSieme all’estero.
  • € 600 per un soggiorno di durata pari a otto giorni/sette notti; euro 1000 per un soggiorno di durata pari quindici giorni/quattordici notti nei viaggi studio INPSieme in Italia.

 

I don’t speak italian

Non importa se, durante la tua vacanza studio con Estate INPSieme sarai assieme ad altri ragazzi provenienti da tutta Italia: cercare di usare la lingua che si studia e non l’italiano è un ottimo modo di tenersi in esercizio, anche durante le attività quotidiane. Più una lingua viene usata, più viene naturale usarla ed è più facile impararla. 

 

Non avere paura di sbagliare

Il compito principale di una vacanza studio è quello di consentire di imparare una lingua straniera, quindi non serve essere timorosi di commettere errori. Anche se la pronuncia non è perfetta, anche se vengono dei dubbi legati a come dire una cosa o che tempo verbale usare, usare la lingua locale è fondamentale. I professori che ti accompagnano durante la vacanza e lo staff di Phoenix Travel, che è presente durante tutta la vacanza, sono a disposizione per correggerti e insegnare in ogni momento, anche mentre ci si diverte. Nonostante la durata limitata nel tempo, grazie a queste caratteristiche una vacanza studio consente di migliorare in poche settimane. 

Goditi ogni momento

Uno degli elementi che non devono mancare nella valigia è l’entusiasmo, in modo da non perdersi nessuna occasione per usare la lingua che stai studiando, per conoscere la gente del posto, per scoprire usi, costumi e cibi locali o per esplorare posti nuovi. Per quanto sia importante tenere i contatti con i parenti e gli amici rimasti in Italia, le vacanze studio INPSieme all’estero durano due settimane: meglio godersi la vacanza studio e raccontare tutto al proprio rientro.