Connettiti con noi

Cronaca di Roma

Violenza alla partita di basket: giocatrice sbaglia un tiro e l’allenatore la schiaffeggia

Pubblicato

il

giocatrice schiaffeggiata dall'allenatore durante una partita di basket

Schiaffeggiata dall’allenatore a seguito di un tiro sbagliato. È questo quanto accaduto ieri durante una partita del Basket Roma. L’allenatore ha perso la pazienza, rimproverando con rabbia l’atleta fino a darle un violento schiaffo dietro la nuca. La scena è stata ripresa dai telefonini delle persone presenti nel palazzetto ed è subito finita in rete. 

Leggi anche: La studentessa va a scuola in canotta. La prof commenta sui social: ”Zoccoletta, avrai quello che ti meriti”

Schiaffeggiata dall’allenatore per un tiro sbagliato: cosa è successo

I fatti sono avvenuti ieri, domenica 22 maggio al PalaSojournet di Rieti. Qui si stava disputando una partita di spareggio della Serie B femminile di basket che vedeva coinvolte la squadra del Basket Roma e la squadra di Roseto degli Abbruzzi, la Panthers Roseto. La vincitrice avrebbe avuto accesso alle finali nazionali per la promozione in serie A2.

Nel corso della partita però una delle giocatrici ha però sbagliato un tiro proprio sotto al canestro. ‘Un incidente’ di percorso che il mister non ha preso bene. Infatti, l’allenatore della squadra il 51enne Luciano Buongiorno ha perso la pazienza e prima ha rimproverato con rabbia l’atleta, una ragazza adolescente di 17 anni,  urlandole contro fino ad arrivare poi a darle un violento schiaffo dietro la testa. 

La scena non è passata affatto inosservata alle persone presenti nel palazzetto che l’hanno subito filmata con il telefonino. Il video dell’accaduto ha fatto il giro del web scatenando la reazione degli utenti e non solo. 

Il commento dell’Associazione Differenza Donna

A riguardo si è espressa anche l’associazione Differenza Donna che in una nota afferma: ‘Differenza Donna APS e Assist Associazione nazionale Atlete e chiedono l’immediato intervento del Presidente della Federazione Pallacanestro, Giovanni Petrucci, e presidente del CONI Giovanni Malagò, perché l’allenatore venga immediatamente radiato e non abbia più modo di esercitare la professione di allenatore’.

‘Per noi di Associazione Differenza Donna è evidente che questo gesto non rappresenti lo Sport ciò che esso significa per la crescita di tutti e tutte. Non è sport, ma è violenza’, ha aggiunto la presidente di Differenza Donna Elisa Ercoli.
‘Questa è una bruttissima pagina di sport, che non può che prevedere provvedimenti immediati ed esemplari. Vergognoso e inaccettabile’, ha concluso invece Luisa Rizzitelli Presidente di Assist.
 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy