Home Regione Lazio SICUREZZA SUL LAVORO, GLI INTERVENTI DELLA REGIONE

SICUREZZA SUL LAVORO, GLI INTERVENTI DELLA REGIONE

 La Commissione speciale Sicurezza e prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro ha dato parere favorevole alle prime due iniziative proposte dal presidente Luigi Abate (Lista Polverini), quella denominata “Cruscotto sicurezza”, che consiste nella verifica del livello di conoscenza da parte delle aziende delle norme sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, e l’iniziativa per arrivare al numero unico europeo 112 per le chiamate telefoniche di emergenza. Per raggiungere con un apposito questionario il più alto numero di imprenditori del Lazio, la Commissione si accinge a chiedere la collaborazione di Unioncamere, l’Unione delle Camere di commercio. Il sondaggio sarà accompagnato dal coinvolgimento delle associazioni imprenditoriali e dei lavoratori operanti sul territorio laziale e i dati verranno elaborati da un’Università del Lazio ancora da designare. Nel corso della seduta il presidente Abate ha presentato la bozza del questionario che, accompagnato da una lettera della Commissione stessa, dovrà essere somministrato ai rappresentanti delle aziende.

Parere favorevole anche alla proposta sul numero unico per le emergenze. La Commissione intende perseguire tale obbiettivo attraverso la collaborazione tra l’Ares 118, l’Azienda regionale emergenza sanitaria, e il Comando regionale dei vigili del fuoco, con l’obbiettivo di arrivare al numero unico 112 per le chiamate di emergenza come vuole l’Unione europea. Nelle intenzioni di Abate ogni distaccamento dei vigili del fuoco dovrebbe essere dotato di un’autoambulanza del 118, in modo da poter permettere, in caso di incidente, l’intervento in contemporanea sia dei servizi sanitari che di quelli tecnici.