Home Cultura Scuole medie a settembre: cambia il metodo di studio, prime difficoltà anche...

Scuole medie a settembre: cambia il metodo di studio, prime difficoltà anche in studenti eccellenti

Risultati delle prove invalsi, degli studenti delle scuole medie inferiori e superiori, del 2019

Gli invalsi, da qualche anno inseriti nel sistema scolastico, consistono in delle prove che gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori svolgono a livello nazionale e su determinate materie, come l’italiano, la matematica e l’inglese, per verificare il livello qualitativo della loro preparazione scolastica e delle conoscenze acquisite grazie al proprio metodo di studio.
Tali prove servono anche per analizzare se il metodo di studio utilizzato dagli studenti sia efficace e formativo.

Dall’Istituto Nazionale di Valutazione del Sistema di Istruzione Scolastica, che ha elaborato i risultati degli invalsi in forma statistica, sono state evidenziate delle notevoli differenze tra i risultati delle stesse prove sostenute degli studenti delle scuole elementari, medie e superiori delle regioni del Nord e quelli del Sud, anche se, rispetto agli anni passati, si sono un po’ ridotte.
Scendendo nel dettaglio, i risultati pubblicati hanno dimostrato un calo della preparazione generale in matematica e italiano al Sud d’Italia, in particolare in Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna; i risultati negativi hanno raggiunto anche il 50% e oltre, rispetto a quelli che si sono riscontrati in tutte le altre regioni italiane.

Al Nord, infatti, la maggioranza degli studenti ha superato le prove di matematica e italiano riportando dei risultati positivi, a dimostrazione del fatto che la loro preparazione sulle stesse materie, molto probabilmente, sia più completa e dettata da un metodo di studio migliore.

I risultati attualmente noti, inoltre, dimostrano che, a livello nazionale, la maggioranza degli studenti delle scuole medie inferiori e superiori (il 77% circa) ha superato con risultati positivi e soddisfacenti le prove di lingua inglese, sia per quanto riguarda la lettura che la comprensione, l’ascolto e la scrittura, senza evidenziare delle differenze significative tra il Nord e il Sud.

Come migliorare il rendimento scolastico alle scuole medie

Il consiglio che si dà ai genitori i cui figli frequentano le scuole medie inferiori e superiori, è quello di iscriverli a delle ripetizioni private con lezioni individuali sulle materie oggetto di difficoltà di apprendimento. Interessanti sono oggi le soluzioni online di lezioni private, come quelle offerte per le lacune in matematica alle media sul sito http://matemania.it/.
Le ripetizioni possono essere una soluzione per ottenere dei risultati scolastici migliori e incoraggianti, con lo scopo di migliorare il rendimento e la soddisfazione scolastica dello studente, degli insegnanti e della famiglia. Esse saranno, inoltre, necessarie e utili per colmare eventuali insufficienze.

Adottare un buon metodo di studio è indispensabile per ottenere un rendimento scolastico che produca voti medio-alti, degni della promozione. Ecco alcuni consigli da seguire:

·       mantenere una buona concentrazione mentale quando si studia a casa e si svolgono i compiti assegnati, evitando ogni distrazione esterna, causata anche dall’utilizzo dei dispositivi elettronici;

·       evitare, possibilmente, di iniziare a studiare subito dopo i pasti, perché la pancia piena genera un affaticamento mentale da non sottovalutare, che abbassa il livello di concentrazione e di apprendimento degli argomenti da studiare;

·       scegliere le fasce orarie più adatte per studiare, considerando quando, durante la giornata, si è più riposati mentalmente e concentrati;

·       prendere delle pause di pochi minuti durante lo studio per rilassare la mente, soprattutto se si notano delle difficoltà a mantenere la concentrazione;

·       durante le ore di lezione in classe, evitare distrazioni e chiacchiere con i compagni quando l’insegnante spiega, perché comprendere gli argomenti in classe facilita lo studio a casa;

·       fare degli schemi riassuntivi degli argomenti studiati, facilitando la comprensione, il ripasso e la ripetizione.