Home Anzio Coronavirus: nell’area della Asl Roma 6 – tranne che a Nettuno –...

Coronavirus: nell’area della Asl Roma 6 – tranne che a Nettuno – i test sierologici per i cittadini si fanno solo nelle strutture private

aprilia uomo positivo coronavirus
Vuoi fare il test sierologico e risiedi in uno dei Comuni che ricadono nella competenza della Asl Roma 6, ma non a Nettuno? Allora “devi” farlo in una struttura privata, perché quelle pubbliche non lo fanno, nonostante la Regione abbia, già da oltre un mese e mezzo, dato il via libera ai test al prezzo agevolato di 15 euro. Ma vediamo la questione nel dettaglio.
In data 13 maggio la Regione Lazio autorizzava i test sierologici per la popolazione. Nell’Asl Roma 6 erano stati individuati gli Ospedali Riuniti di Anzio e Nettuno e l’Ospedale di Frascati, ma abbiamo avuto conferma anche oggi che i test non sono mai partiti e che possono essere effettuati solo nelle strutture private abilitate, che attualmente in zona non ci sono a livello pubblico ma solo privato. E attenzione: non è detto che il privato faccia pagare solo 15 euro: a questa cifra si potrebbe aggiungere il costo del prelievo che potrebbe far salire il conto di altri 4 o cinque euro. Se poi l’esame viene fatto completo, si arriva a cifre che fanno dai 40 ai 50 euro, quindi cercate di farvi dire prima quale sia il conto effettivo. Ma torniamo alla Asl, dove questa mattina gli uffici competenti in merito ci hanno risposto: “Stiamo finendo i 300 mila test per gli operatori e forze dell’ordine, quando saranno finiti apriremo ai cittadini su prenotazione”. Quindi, da maggio, forse se ne parlerà ad agosto. Forse. Inoltre il Dipartimento di Epidemiologia alle nostre domande sui test ha confermato: “Non sono mai partiti e non si sa quando saremo pronti, però può andare a Tor Vergata con 15 euro e la prescrizione medica”. Decisamente lontano per buona parte dei 600mila utenti del bacino dell’Asl Roma 6, ma almeno da oggi è chiaro che i test sierologici nelle strutture pubbliche di questo distretto per il momento non si possono fare. L’unica eccezione, come riporta una nota stampa del sindaco Alessandro Coppola, sarà fatta per i cittadini di Nettuno, che grazie al suo interessamento e a quello del prof. Marchiafava consigliere di centrosinistra, avranno diritto ai test.