Home Anzio Smartphone alla guida, in arrivo sospensione immediata della patente

Smartphone alla guida, in arrivo sospensione immediata della patente

Il giro di vite sull'utilizzo dello smartphone alla guida era previsto per il nuovo Codice della Strada, ma il governo sta per anticipare tutto a maggio

Ritiro e sospensione immediata della patente per chi usa lo smartphone alla guida, anche ai semafori e agli stop. Si preannuncia un giro di vite su una delle infrazioni più frequenti tra gli automobilisti. Un inasprimento che entrerà nel nuovo Codice della Strada, ma che potrebbe diventare operativo anche prima, a sentire il viceministro Nencini.

Non si attenderà più la reiterazione: patente via subito

L’attuale Codice della Strada prevede la sospensione della patente a seguito di comportamento reiterato. Vale a dire: la prima volta l’automobilista indisciplinato la fila liscia, poi viene punito. Il governo si è però reso conto che l’utilizzo dello smartphone alla guida è da ritenersi una vera e propria emergenza. Colpa dell’invasione della vita quotidiana da parte dei telefoni di ultima generazione, vero. Ma forse anche del fatto di non vedere subito svanire la patente. Così il governo sembra intenzionato a emanare un decreto-legge all’inizio di maggio, con cui verrà disposta la sospensione immediata della patente per chi utilizza lo smartphone alla guida.

Inasprimento delle sanzioni nel nuovo Codice della Strada

L’inasprimento delle sanzioni per l’utilizzo dello smartphone è uno dei capisaldi nei progetti di riforma del Codice della Strada, ma l’urgenza del problema sta portando il governo a inserire le nuove norme in un decreto-legge. Non si dovrà dunque attendere molto: il decreto avrà forza di legge dal momento della sua emanazione. Pochi giorni ancora e si cambia musica, quindi. Oltre alla misura della sospensione immediata, è prevista una multa da 180 a 680 euro e la sottrazione di 5 punti dalla patente. Gli automobilisti dovranno ricordare che è reato utilizzare lo smartphone anche se si è fermi al semaforo o allo stop, e che non è possibile neanche utilizzare gli auricolari. Misure già presenti nel Codice, ma purtroppo poco conosciute.