Home News Cronaca Adi Famiglie Italiane accanto agli infermieri nel giorno della protesta: tutti in...

Adi Famiglie Italiane accanto agli infermieri nel giorno della protesta: tutti in piazza il 15 ottobre

A poche settimane dalla manifestazione generale del Circo Massimo organizzata dal Nursing Up, Sindacato Infermieri Italiani e dal Movimento Nazionale Infermieri per il prossimo 15 ottobre, arriva il sostegno di Adi Famiglie Italiane.

“Come ADI FAMIGLIE ITALIANE annunciamo la nostra adesione a sostegno della manifestazione promossa dal Movimento Nazionale Infermieri prevista per il prossimo 15 ottobre a Roma – dichiara Serena Troiani – portavoce dell’associazione – ADI FAMIGLIE ITALIANE si occupa di tutelare i diritti delle famiglie che necessitano di assistenza domiciliare, ossia di un servizio di assistenza sanitaria svolta da infermieri professionisti presso l’abitazione del paziente. Per tale motivo siamo profondamente convinti che la stabilizzazione contrattuale del personale influisca in modo determinante sulla continuità di cura di pazienti così delicati”.

“La stabilizzazione degli infermieri che lavorano con partite iva e la stipula di adeguati contratti con società private e con il SSN – prosegue Serena Troiani – sono a nostro avviso la condizione sine qua non si renderà possibile un servizio di assistenza domiciliare in grado di offrire garanzia di qualità e continuità di cura. Infatti dalla continua variazione di personale, su pazienti ad alta complessità, ne consegue grande instabilità sia per l’assistito che per la sua famiglia. In particolare, il caregiver si trova ad ogni sostituzione del personale sanitario a far conoscere il paziente complesso in tutte le sue criticità, seguendo passo passo l’inserimento della nuova figura che non sa nulla del caso (si tratta spesso di pazienti “rari” i cui sintomi e disagi sono interpretabili solo dal familiare che se ne occupa). Il nuovo infermiere avrà bisogno di tempo per seguire autonomamente il paziente, il paziente stesso dovrà adattarsi ad una nuova persona che lo assiste e anche il caregiver vivrà il cambiamento che si ripercuoterà in toto sulla vita della famiglia. Per tutte queste ragioni scenderemo anche noi in piazza! ADI FAMIGLIE ITALIANE sosterrà a gran voce il riconoscimento dei diritti di chi svolge una professione che merita di essere riconosciuta, perché preziosa per noi come per i nostri cari”.