Connettiti con noi

Cronaca

Aereo precipitato a Nettuno, morti due giovani nuotatori: ecco chi erano le due vittime

Pubblicato

il

Sono Gioele Rossetti e Fabio Lombini le due vittime dell’incidente aereo avvenuto questa mattina a Nettuno, al confine con Latina, in zona Grugnole. i due amici, entrambi nuotatori dello stesso team, oltre alla passione per il nuovo condividevano quella per il volo. Gioele aveva quindi invitato l’amico a Nettuno a fare un giro sull’aereo del padre, che era tenuto negli hangar dell’aviosuperficie “Ali Nettuno” di via dello Scopone. 

Il piccolo biposto era appena decollato, alle 10:30, quando è precipitato, probabilmente per un guasto al motore. Ai comandi c’era Gioele Rossetti, al suo fianco Fabio Lombini.

LA PAUSA DAGLI ALLENAMENTI DI NUOTO

I due ragazzi avevano deciso di passare una domenica alternativa, facendo un volo con partenza da Nettuno, per staccare dagli allenamenti quotidiani di nuoto. Entrambi atleti, si allenavano quotidianamente per le loro squadre. Dopo essere decollati e aver raggiunto la quota di 300 metri di altezza, l’aereo è precipitato, prendendo fuoco nell’impatto a terra, non lasciando scampo ai due occupanti.

LE VITTIME

Fabio Lombini, 22 anni, era di Castrocaro Terme. Era a Roma per la sua passione, diventata lavoro, il nuoto: vigile del fuoco, faceva infatti parte della Nazionale italiana di nuoto nelle Fiamme Rosse e si allenava al centro polisportivo di Ostia. Aveva vinto una medaglia d’argento agli ultimi campionati europei. Fabio era entrato anche nella sezione nuoto delle Fiamme Rosse dei Vigili del Fuoco. 

Gioele Rossetti, 23 anni, romano, faceva parte dell’Aurelia nuoto. Aveva una grande esperienza di volo. 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy