Connettiti con noi

Cronaca

Aeroporto di Fiumicino, il presidio dei lavoratori: “Alitalia siamo noi”. Bloccato l’accesso al T1

Circa 2mila ex lavoratori Alitalia hanno preso parte alla protesta in corso all’aeroporto di Fiumicino, assieme con i sindacati, la minaccia più forte è l’occupazione. Forze dell’Ordine schierate davanti l’ingresso dei Terminal

Pubblicato

il

proteste aeroporto Fiumicino Alitalia

Bandiere, striscioni, rammarico e rabbia. Questo è la sintesi di quanto sta accadendo, in queste ore, all’aeroporto di Fiumicino dove si sta svolgendo una manifestazione organizzata dagli ex dipendenti Alitala. Sono almeno duemila le persone in corteo e, sul posto, ci sono anche i sindacati

Sotto la scorta delle forze dell’ordini un gruppo dei manifestanti ha dato via ad un corteo lungo le vie dell’aeroporto, bloccando il Terminal 1 di Fiumicino. Intanto l’altra parte, del sindacato Cub, ha intenzione di occuparel’aeroporto. Il clima è tesissimo: lacrimogeni, urla e rabbia. 

Leggi anche: Autostrada Roma-Fiumicino chiusa a causa di un albero caduto: traffico deviato

Proteste all’aeroporto di Fiumicino: bloccato il T1, ieri l’ultimo volo firmato Alitalia 

Sono circa 500 le persone che tentano l’accesso alla porta 4 e 3 del T1 bloccando effettivamente l’ingresso al terminal. “Abbiamo lavorato per anni in questo posto e ora siamo fuori. Non ci lasciano entrare ma Alitalia siamo noi“. 

Era il 1947 quando decollò il primo volo Alitalia, un’eccellenza aeronautica importante per il nostro Paese. La storia della compagnia, però, è terminata ufficialmente ieri. La newco Ita ha acquistato il marchio (incluse strutture e dipendenti) al prezzo di 90 milioni di euro, un terzo della base d’asta. 


Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it