Connettiti con noi

Cronaca di Roma

Ciao Darwin, parla il concorrente rimasto tetraplegico durante il genodrome: ‘Bonolis non mi ha mai cercato’

Pubblicato

il

Il gioco dei rulli a Ciao Darwin che rese tetraplegico Gabriele Marchetti

Voleva fare un’esperienza nuova, divertirsi, ‘finire’ in televisione. E non aveva certo immaginato che quella serata per lui si sarebbe trasformata in un incubo: il 17 aprile del 2019 Gabriele Marchetti lo ricorderà per sempre perché da quel giorno, durante una puntata di Ciao Darwin, è diventato tetraplegico. E la sua storia, così come la sua caduta nel gioco dei rulli del Genodrome, è ormai nota a tutti. 

La storia del concorrente rimasto paralizzato a Ciao Darwin

“Sono completamente privo di autonomia”, ha raccontato Marchetti al Corriere della Sera. L’uomo, infatti, ora dipende dalla moglie, dal figlio, non ha più una sua indipendenza. E il ritorno del programma, che nel frattempo era stato sospeso, arriva per lui come un fulmine a ciel sereno. “Prima di quel giorno ero un uomo che faceva mille cose. Adesso per me è finito tutto”, ha spiegato. Gabriele Marchetti aveva deciso di partecipare alla trasmissione di Canale 5 condotta da Paolo Bonolis per divertirsi, trascorrere una serata diversa. Ma è proprio durante il gioco dei rulli che la sua vita è, purtroppo, cambiata. 

“Ero finito in acqua a testa in giù, con le gambe rannicchiate e le braccia raccolte. Pensavo che sarei affogato perché non riuscivo a muovere nulla. Poi ho sentito i soccorritori”. Ed è in ospedale che l’uomo ha ricevuto la terribile notizia: era diventato tetraplegico per sempre. “Per me è stato il crollo totale. Mi sono sentito disperato, come i miei familiari poiché ci siamo ritrovati da un giorno all’altro con la vita completamente stravolta”. 

‘Paolo Bonolis non l’ho mai più sentito’

Sono passati anni da quel terribile incidente, eppure Gabriele Marchetti ha raccontato di non aver mai più avuto modo di parlare con Paolo Bonolis. “Non mi ha mai cercato per sapere come sto. Neanche persone a lui vicine mi hanno mai contattato”. All’inizio alcuni della produzione lo hanno contattato telefonicamente, poi sarebbero ‘spariti’ tutti. 

Quattro dirigenti Tv a processo

Intanto, a marzo scorso stati rinviati a giudizio quattro dirigenti Tv per lesioni gravissime. I quattro Dirigenti  lavoravano, a vario titolo, per RTI, Maxima e SDL 2005, società impiegate nella produzione del programma e avevano il compito di occuparsi delle attrezzature, ma anche della selezione di chi avrebbe dovuto affrontare le registrazioni e quindi il programma. 

Secondo l’accusa ci sarebbero i margini per parlare di azione con “imprudenza, imperizia e negligenza“. Non solo. I dirigenti tv non avrebbero rispettato le norme di sicurezza e non avrebbero avvisato il 57enne dei rischi del gioco. Nel mirino anche la vasca definita troppo poco profonda, con il fondo rigido e con poca acqua. 

Chi è il concorrente paralizzato a Ciao Darwin: 4 Dirigenti Tv a processo

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy