Home News Cronaca Coronavirus, Conte firma il nuovo DPCM: riaprono anche le palestre, ecco tutte...

Coronavirus, Conte firma il nuovo DPCM: riaprono anche le palestre, ecco tutte le novità

Conferenza Giuseppe Conte 9 settembre 2020

E’ stato firmato questo pomeriggio dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte il nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri contenente tutte le disposizioni in materia di riaperture e spostamenti. Ecco il testo definitivo del decreto sulle riaperture, firmato domenica 17 maggio dal Premier Conte.

Nel Decreto 18 maggio sono contenute tutte le regole per le riaperture a partire da lunedì 18 maggio 2020. Nel decreto viene annunciata la data di riapertura delle palestre, cinema, teatri e tutte le altre norme. 

Leggi anche: Fase 2, ecco l’autocertificazione per spostarsi tra Regioni fino al 2 giugno

Fase 2: quando riaprono le palestre?

Il 25 maggio potranno aprire anche le palestre: “l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte presso palestre, piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati, ovvero presso altre strutture ove si svolgono attività dirette al benessere dell’individuo attraverso l’esercizio fisico – si legge nel documento – sono consentite, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, a decorrere dal 25 maggio 2020.

Decreto 18 maggio: sale scommesse, cinema e teatri

“Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo“. Il Decreto non consente ancora questo tipo di attività.”

Gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto restano sospesi fino al 14 giugno 2020. Dal 15 giugno 2020, detti spettacoli sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala”.

Messe in Chiesa: regole e novità dal 18 maggio 2020

“L’accesso ai luoghi di culto avviene con misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro; le funzioni religiose con la partecipazione di persone si svolgono nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni”.

Decreto 18 maggio: Scuole e Università restano chiuse

“Sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia di cui all’art. 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e le attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, di corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per anziani, nonché i corsi professionali e le attività formative svolte da altri enti pubblici, anche territoriali e locali e da soggetti privati, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza”.

Tutte le altre norme del Decreto 18 maggio 2020: il testo completo in PDF

Il decreto 18 maggio norma poi i comportamenti da adottare per le aperture delle attività commerciali e artigianali, oltre a definire le disposizioni per i transiti in Italia. Per tutti i dettagli, ecco il testo completo del decreto scaricabile in formato PDF.

Scarica il Decreto 18 Maggio 2020 firmato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte: DPCM_20200517_txt