Home Anzio Coronavirus nel Lazio, continuano ad aumentare i contagi: colpa dei rientri dalle...

Coronavirus nel Lazio, continuano ad aumentare i contagi: colpa dei rientri dalle vacanze all’estero. Ecco la mappa aggiornata Comune per Comune

Coronavirus nel Lazio, continuano ad aumentare i casi, specie di provenienza dall’estero e di ritorno dalle ferie. Ad essere colpiti sono infatti tanti giovani che hanno trascorso le vacanze fuori dall’Italia, in località a rischio come Grecia, Malta, Spagna e Croazia. I casi registrati nelle ultime 24 ore nella nostra regione sono stati 45 casi e c’è stato un decesso. Di questi, 22 casi sono di importazione o di riguardano giovani di rientro dalle vacanze: 6 i casi di rientro da Malta, 5 da Romania, 2 casi da Corfù, 1 da Grecia, 2 casi da Ibiza, 2 casi da Croazia, 1 caso da Ucraina, 1 caso da Azerbaigian, 1 caso da Stati Uniti e 1 caso da Londra. I drive-in lavorano a pieno regime per i rientri da Grecia, Spagna, Malta e Croazia. Arrivate al Numero Verde 800.118.800 oltre 5 mila chiamate. Il servizio è stato potenziato da parte dell’Ares 118.

LA SITUAZIONE DELLE ASL

Nella Asl Roma 1 sono dieci i casi nelle ultime 24h e tra questi sei sono casi di rientro: due da Corfù (Grecia), un caso da Ibiza, uno da Ucraina, uno da Londra e uno da Azerbaigian. Altri tre casi sono contatti del cluster della comitiva di rientro da una gita a Capri a luglio. Nella Asl Roma 2 sono dieci i casi nelle ultime 24h e tra questi quattro casi sono un cluster di rientro dalla Romania avviato il contact tracing internazionale. Un caso di rientro da Ibiza, un caso di rientro da Malta e un caso di rientro da un viaggio scolastico in Grecia. Nella Asl Roma 3 sono sette i casi nelle ultime 24h e tra questi cinque casi hanno un link con un caso già noto e isolato. Altri due casi sono un uomo di 32 anni contatto di un caso con cui ha effettuato un viaggio a Malta e un caso di un uomo di 29 anni di rientro da Croazia. Nella Asl Roma 4 sono quattro i casi nelle ultime 24h e tra questi un caso di una ragazza di 18 anni di rientro dalla Croazia, due casi sono una donna di 30 anni e un uomo di 38 anni contatti di un caso noto e isolato a Civitavecchia. Nella Asl Roma 5 sono tre i casi nelle ultime 24h e tra questi un caso di una donna di rientro da Malta avviato il contact tracing internazionale. Nella Asl Roma 6 sono sei i casi nelle ultime 24h e tra questi un uomo di 27 anni di rientro da Malta, una donna con un link familiare ad un caso di rientro da Malta. Un caso di un uomo di 27 anni con un link ad un caso di rientro da Malta e un caso di un uomo di 73 anni individuato in fase di pre-ospedalizzazione. Infine per quanto riguarda le province si registrano cinque casi e zero decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono due i casi e tra questi un caso di un ragazzo con un link familiare a casi di rientro dalla Romania. Un caso di un ragazzo di Gaeta con un link ad un caso già noto e isolato. Sono due i casi nella Asl di Frosinone e tra questi il caso di un bambino di 8 anni con link familiare a casi già noti e isolati. Un caso nella Asl di Viterbo e si tratta di un uomo di 30 anni di nazionalità USA, in corso il contact tracing internazionale.

LA MAPPA DEI CONTAGI NEL LAZIO COMUNE PER COMUNE

Nella tabella seguente viene riportata la ripartizione dei contagi per singolo comune dei Castelli Romani e della Litoranea sulla base delle comunicazioni ufficiali delle autorità competenti. Per visualizzare la cartina con la situazione per Comune aggiornata sulla diffusione del Coronavirus nel Lazio, clicca qui.

LA SITUAZIONE NELLA ASL ROMA 6

Nella Asl Roma 6, che comprende i Castelli Romani e la Litoranea, si registrano altri 6 nuovi casi nelle ultime 24 ore. Si tratta un uomo di 27 anni di rientro da Malta, una donna con un link familiare ad un caso di rientro da Malta. Un caso di un uomo di 27 anni con un link ad un caso di rientro da Malta e un caso di un uomo di 73 anni individuato in fase di pre-ospedalizzazione. Il numero complessivo dei guariti è stabile a 997, il numero delle persone attualmente positive è salito a 99 (+6), mentre il numero dei decessi è rimasto stabile a 92 casi. Rispetto al picco la curva dei nuovi contagi è risalita all’88%.