Home News Cronaca Dopo il coronavirus rimangono senza stipendio: Flashmob di 160 operatori del San...

Dopo il coronavirus rimangono senza stipendio: Flashmob di 160 operatori del San Raffaele di Rocca di Papa

A Rocca di Papa, nuovi problemi al San Raffaele. A quanto ci viene riferito sono 160 gli operatori della struttura che non hanno percepito lo stipendio di aprile, tra cui circa 40 risultati positivi al coronavirus durante il focolaio dei mesi scorsi. A causa della mancata retribuzione, il personale della struttura ha intenzione di organizzare una manifestazione per protestare contro la direzione, che in una lettera avrebbe annunciato di non garantire nei tempi previsti l’erogazione del loro stipendio. Il San Raffaele era stato accreditato dalla Regione Lazio per 90 posti della lungo degenza, 80 posti di Rsa e 16 di hospice. Durante la pandemia a causa degli oltre 170 contagi tra ospiti e personale è stata avviata la procedura per la revoca dell’accreditamento da parte dell’ente. Un iter che avrebbe fatto bloccare anche i rimborsi regionali e che potrebbe aver contribuito al ritardo per il versamento degli stipendi. Oggi il San Raffaele di Rocca di Papa, in tutto ospita 28 degenti concentrati in un piano. Lunedì se non ci saranno aggiornamenti, gli operatori faranno un flashmob di protesta fuori la struttura di Rocca di Papa. Intanto a Roma nell’altra Rsa del San Raffaele, il nuovo cluster scoppiato in questi giorni non si arresta. I positivi al coronavirus sono arrivati a 70 e dopo la scia di contagi arrivata a Guidonia e Rieti é la volta dell’Ospedale Umberto I, dove sono risultati positivi un paziente ed un infermiere legato al focolaio.