Home Fiumicino Fiumicino, Lega: “Asilo politico agli irregolari, uno schiaffo ai fiumicinesi”

Fiumicino, Lega: “Asilo politico agli irregolari, uno schiaffo ai fiumicinesi”

Dopo le affermazioni del sindaco Esterino Montino di voler creare un registro per i migranti, è scoppiata la polemica tra gli esponenti della Lega.
“Inaccettabile la delibera approvata nella Giunta comunale di Fiumicino, volta a dare asilo politico agli irregolari. Addirittura il Comune si presta a dargli il domicilio ufficiale per farli accedere ai servizi erogati dal territorio: medici di base, asili nido, servizi sociali, contributi di solidarietà e quant’altro”, hanno affermato in una nota stampa il Sen. William De Vecchis, Mauro Gonnelli (esecutivo regionale Lazio) e i consiglieri comunali della Lega, Stefano Costa e Vincenzo D’Intino.
 
“Questa – si legge nel comunicato – non è solo una provocazione ma un vero e proprio schiaffo in volto ai cittadini di Fiumicino. Con questa delibera, se messa in atto, i bambini delle famiglie che da anni vivono in questo territorio saranno praticamente esclusi dalla possibilità di accedere alle graduatorie dei nidi e delle materne.
 
Quei pochissimi soldi che abbiamo a disposizione per sostenere le famiglie storicamente residenti nella città si contrarranno in modo drammatico; i servizi sanitari, attualmente già ampiamente insufficienti, finiranno al collasso”.
 
“Quando la demagogia si spinge così oltre – continua il documento – non si rende conto che si assume la responsabilità di assassinare i diritti fondamentali dei nostri residenti.
 Siamo entrati in un clima dittatoriale; è inaccettabile che una delibera che interessa l’intera città e che andrebbe quantomeno discussa all’interno del Consiglio comunale, visto gli effetti che produrrà, viene approvata solo da una persona a dai suoi subalterni, con un unico interesse: la sua visibilità personale che contrappone all’interesse e ai bisogni della collettività”.