Connettiti con noi

Cronaca

Green Pass, il nuovo decreto: novità in arrivo su scuola, costo dei tamponi e trasporti

Pubblicato

il

Cinema, teatri e concerti: si può entrare senza vaccino? Regole e novità per super green pass e tamponi

Manca meno di una settimana e il Green Pass, quel documento che di fatto consentirà di ‘partecipare’ alla vita sociale, entrerà in vigore. Per accedere a tutti i luoghi chiusi, dai ristoranti ai musei, dai parchi divertimento a quelli tematici, dai centri benessere alle sale scommesse, servirà presentare il certificato verde, che ha l’obiettivo di attestare la completa vaccinazione, la negatività con un tampone valido per 48 ore o di essere guariti dal Covid entro 6 mesi. Un lasciapassare che ha scatenato non poche polemiche e proteste in piazza perché c’è chi, addirittura, parla di dittatura sanitaria. Ma se da una parte il Green Pass servirà dal 6 agosto nei luoghi dove ci potrebbe essere il rischio assembramento, dall’altra restano sul tavolo due nodi ancora da sciogliere, quello della scuola e dei trasporti pubblici.

Green Pass a scuola e sui mezzi pubblici

Il Governo starebbe studiando nuove misure per la scuola e i mezzi pubblici perché l’obiettivo resta solo uno: frenare l’avanzata del virus e delle sue varianti, soprattutto la Delta che pare essere di più facile trasmissibilità. Come si può immaginare, le posizioni all’interno della maggioranza sono divergenti, con il dibattito che resta tutto aperto e con la cabina di regia che dovrebbe riunire domani.

Se per il ministro della Salute, Roberto Speranza, bisogna subito imporre il vaccino a docenti e personale scolastico, per il leader della Lega Matteo Salvini ogni decisione deve slittare a settembre. Come riporta il Corriere della Sera, tutti sembrano essere d’accordo su un argomento: la scuola deve ripartire in presenza al 100%, gli studenti dovranno ritornare tra i banchi e tutte le attività dovranno restare aperte, così da lasciarsi alle spalle i mesi bui dei lockdown e delle zone rosse. 

Green Pass su navi treni e aerei

Sul tavolo del Governo anche l’ipotesi di utilizzare il Green Pass su navi, treni e aerei per scongiurare un rientro ‘pericoloso’ degli italiani dalle vacanze. Chi segue la linea rigorista vorrebbe imporre la certificazione verde su questi mezzi di trasporto già a partire dal 6 agosto, ma c’è invece vorrebbe aspettare perché tutto potrebbe incidere negativamente sul turismo, uno dei settori che più è stato colpito dalla pandemia. 

Green Pass sui mezzi di trasporto pubblici 

Ma se da un lato il Green Pass potrebbe essere presto utilizzato su navi, treni e aerei, dall’altro sembra difficile il suo via libera sui mezzi di trasporto pubblici. Bus, metro, autobus, da settembre saranno presi d’assalto, vuoi per l’inizio della scuola e vuoi per il rientro sul posto di lavoro degli italiani, ma controllare, forse, potrebbe essere difficile. Il Governo alle Regioni ha chiesto di potenziare le corse, ma è possibile che si debba arrivare a una soluzione per non vanificare tutti gli sforzi fatti finora.

Il prezzo dei tamponi 

Dal 6 agosto, dal momento in cui entrerà in vigore il Green Pass, il prezzo dei tamponi calerà. Come spiega il quotidiano, il generale Figliuolo presto firmerà un protocollo di convenzione con le farmacie per stabilire due fasce di prezzo per i cittadini, tra chi ha meno di 18 anni e chi è maggiorenne. 

 


Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it