Home News Consigli di Viaggio e News Turismo Guida ai musei virtuali di Roma

Guida ai musei virtuali di Roma

Per raggiungere un numero sempre più vasto di visitatori alcuni dei più importanti musei del mondo hanno deciso di offrire al proprio pubblico tour virtuali a tutto schermo che consento d’immergersi nella bellezza, nell’arte e nella cultura comodamente da casa. Dopo un primo periodo di titubanza, dovuto principalmente alla paura di perdere visitatori reali, tante realtà museali italiane hanno colto l’opportunità di mettere a disposizione degli utenti il loro patrimonio per stimolarne una visita anche dal vivo (toccare con mano e vedere con i propri occhi rimane un’esperienza insostituibile) e si sono messe al passo con i tempi rendendo fruibili ed accessibili con un click le proprie ricchezze. A Roma sono alcuni dei più importanti musei della città permettono tour virtuali a partire dai Musei Capitolini, seguiti da quelli di Villa Torlonia, dai mercati di Traiano, dai Fori Imperiali, passando per l’Ara Pacis e il Museo Napoleonico. Tra i musei di nuova generazione più interessanti c’è quello delle Terme di Caracalla che offre un tour virtuale con visore VR permettendo di riprodurre gli ambienti di questa enorme struttura termale come era stata concepita al tempo mettendo ordine tra i resti e le rovine. Non sono solo i musei a stupire e lasciare senza fiato i visitatori virtuali, ad esempio con Google Earth VR e un buon visore ad accompagnare l’esperienza grafica è possibile fare un tour di Roma a 360° volando attraverso vedute panoramiche mozzafiato e avendo il privilegio di raggiungere punti insoliti e angoli nascosti della Città Eterna con una libertà di movimento ed una rapidità impossibile da riprodurre con un semplice tour dal vivo. Interessante anche l’offerta di Italia VR, un’app sviluppata dal MiBACT (Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo) che regala “viaggi gratuiti” nello stivale attraverso le riprese 3D con telecamere a 360° di ambienti reali, completamente ricostruiti grazie all’uso della computer grafica, mentre è possibile interfacciarsi non solo con l’arte, la cultura, la storia e il territorio ma si avrà anche la possibilità di avere un assaggio della ricchezza enogastronomia e della dolce vita che caratterizzano Roma e il resto d’Italia.

Sul mercato ormai esistono tantissime periferiche che promettono un’esperienza di realtà virtuale completa e avvincente, da Oculus VR (il prestante visore sviluppato da Facebook) a Daydream View VR di Google (solo per citare i più noti) con prezzi ormai accessibili a tutti e che sfruttano a pieno le potenzialità di PC e smartphone. Diversissima anche l’offerta di applicazioni non soltanto dedicate al turismo e alla visita di musei e città d’arte, che consente ad esempio di sperimentare l’ebbrezza di vivere un’esperienza campagnola tra vigne e campi di grano con Bodega Ramon, un’app che permette di vivere a 360° l’esperienza del beverage e della produzione di vino in Spagna, com DeepStream VR che invece sfrutta la potenza di questa nuova tecnologia in campo medico proponendo esperienze di stimolazione visiva utili nella terapia del dolore o come PokerStars VR l’app dell’omonimo colosso del poker che invece promette d’immergere gli sportivi appassionati di questo popolare gioco di carte nell’atmosfera di un vero casinò e a tu per tu con i propri compagni di tavolo.

Sempre in tema di tour virtuali della capitale, sul portale romartguide.it l’offerta di musei e opere d’arte visitabili si accresce grazie anche alle piccole iniziative di associazioni, storici dell’arte e guide turistiche mentre è possibile sfogliare una vasta videoteca su Roma e accedere ad altre gite turistiche con Roma Panoramica, che regala interessanti vedute aeree della Capitale. Splendide anche le 45 riprese in formato virtuale degli ambienti del Palazzo del Quirinale. Tuttavia anche senza l’ausilio di un visore è possibile passeggiare per i vicoli del web, ad esempio transitando dal sito romaierioggi.it che mette a disposizione foto stereoscopiche “vintage”, vedute dall’alto e mappe che danno la possibilità ai romanisti più attenti di ricostruire le vicissitudini della città eterna nel minimo dettaglio seguendo lo scorrere del tempo. Chi invece volesse immergersi nell’antichità attraverso ricostruzioni 3d dei fastosi edifici della Roma dei Cesari dovrebbe scaricare l’app Rome Reborn. Anche il Vaticano presenta una vasta gamma di soluzioni all’avanguardia e attraverso il portale museivaticani.va vengono regalati tour virtuali che condurranno gli internauti attraverso le meravigliose volte della cappella Sistina riprodotte sino al minimo dettaglio passando per le stanze di Raffaello e le statue del museo Chiaramonti.