Connettiti con noi

Cronaca

Lazio zona gialla ad agosto 2021: le previsioni degli esperti per dopo Ferragosto

Pubblicato

il

Variante Mu cos'è

I parametri sono cambiati e ora per il passaggio da una zona di rischio all’altra gli esperti terranno in considerazione i tassi di occupazione tra ricoveri e terapie intensive, in un’Italia che spera di restare tutta tinta di bianco. Dall’ultimo monitoraggio di venerdì scorso, quasi tutte le Regioni e Province Autonome sono state classificate a rischio epidemico moderato, con la variante Delta, quella di più facile trasmissibilità, che è ormai prevalente nel Paese. Ma quali sono le Regioni più a rischio? Il Lazio, dove i contagi rispetto agli ultimi giorni sembrano essere in calo, deve temere un ‘balzo’ dal bianco al giallo?

Lazio zona gialla ad agosto 2021? 

Stando al report degli esperti di cabina di regia, nel Lazio i ricoveri e le terapie intensive – così come in Sicilia e in Sardegna – sono in leggero aumento e la speranza è che questo trend si arresti perché potrebbe anche scattare la zona gialla se si dovessero superare i limiti della soglia di rischio. L’Rt nella Regione Lazio è in aumento, mentre l’incidenza è a quasi 70 casi ogni 100.000 abitanti, ma questi parametri sembrano non preoccupare gli esperti.

Francesco Vaia, intervistato dall’Adnkronos, ha spiegato che bisogna guardare ai tassi di ospedalizzazione e i numeri nel Lazio, in questo senso,  ‘sono bassi’. Dello stesso parere anche Massimo Ciccozzi, direttore dell’Unità di Statistica Medica ed epidemiologica dell’Università Campus Bio Medico di Roma, che ha dichiarato che la situazione è sotto controllo. “Io al momento non vedo i numeri per poterlo stabilire –dice all’agenzia di stampa – gli accessi in area medica e in terapia intensiva sono al di sotto della nuova soglia stabilità per il passaggio in zona gialla. Gli ospedali non sono sotto stress e poi, ricordiamolo, è stato fatto un grande lavoro con le vaccinazioni visto che siamo vicino al 70% dei cittadini adulti con doppia dose. “E’ vero c’è un aumento dei casi e ci sono focolai dei focolai – aggiunge Ciccozzi – ma la situazione mi sembra sotto controllo”.

Lazio in zona gialla dopo Ferragosto? 

Claudio Mastroianni, direttore del Dipartimento di Malattie Infettive del Policlinico Umberto I di Roma, all’Adnkronos ha spiegato che i prossimi giorni saranno fondamentali per capire qualche sarà il ‘futuro’ della Regione. Nel Lazio “per ora abbiamo una situazione di occupazione dei posti letto Covid intorno al 3-4%, quindi gestibile, ma credo che la prossima settimana sarà decisiva perché sembra che possa esserci una stabilizzazione dei nuovi contagi che farebbe evitare la zona gialla”.  Secondo l’infettivologo “c’è però il problema del rientro dalle vacanze dopo Ferragosto, su questo ancora non si sta ragionando bene. Per ora siamo sotto le soglie critiche, anche all’Umberto I, dove c’è una situazione gestibile“.

Coronavirus nel Lazio: la situazione aggiornata 

Ieri nel Lazio si sono registrati 742 nuovi casi positivi, 3 morti e 188 guariti. Per l’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato, “i tassi di occupazione in Area medica e terapia intensiva restano stabili, lontani dalle soglie di rischio. Non assistiamo a criticità sulla rete ospedaliera – ha spiegato – ma resta assolutamente prioritario vaccinarsi e completare il percorso di vaccinazione”. Ma su questo il Lazio, almeno per ora, non ha rivali: nella Regione è stato, infatti, superato il traguardo del 70% della popolazione over 18 vaccinata con doppia dose. 


Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it