Connettiti con noi

Cronaca

No green pass e guerriglia a Roma, dodici arresti per gli scontri: tra loro vertici di Forza Nuova

Pubblicato

il

assalto cgil

Sarebbe dovuta essere una manifestazione pacifica. O almeno, questo sembrava l’intento iniziale. E invece, i no Green Pass (quelli che con forza gridano alla libertà e che vedono il certificato verde come un limite) sono scesi in piazza a Roma, si sono radunati e dopo diversi slogan e grida, parte del gruppo ha pensato bene di lanciare oggetti contro la polizia, fino ad arrivare ai terribili scontri e all’assalto della sede della Cgil.

Leggi anche: Corteo No Green Pass a Roma: violenti scontri tra manifestanti e Polizia

Manifestazione No Green Pass a Roma

Momenti di tensione quelli vissuti ieri nella Capitale con diversi scontri durante la manifestazione No Green Pass. Lanci di oggetti, sedie contro la Polizia, calci ai blindati fino a quando i partecipanti non hanno preso di mira la sede della Cgil. Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha telefonato al Segretario Generale della CGIL, Maurizio Landini, per esprimere a lui e a tutto il sindacato “la piena solidarietà del Governo per l’assalto avvenuto oggi (ieri, ndr)alla sede di Roma. I sindacati sono un presidio fondamentale di democrazia e dei diritti dei lavoratori. Qualsiasi intimidazione nei loro confronti è inaccettabile e da respingere con assoluta fermezza”

Leggi anche: Scontri al corteo no Green Pass a Roma, attaccata sede Cgil

Per gli scontri a Roma sono 12 le persone arrestate nella notte dagli agenti della Polizia di Stato: tra loro diversi esponenti e vertici di Forza Nuova. 

Scontri a Roma: arrestati Giuliano Castellino e Roberto Fiore e altre 10 persone 

Tra le persone finite in manette ci sono Roberto Fiore e Giuliano Castellino, vertici di Forza Nuova che avrebbero fomentato e incitato i manifestanti,  si sarebbero messi a capo della guerriglia. I due sono stati portati in Questura e sottoposti a fermo in serata insieme ad altre 10 persone, ma al vaglio degli inquirenti ci sono diverse posizioni ed è probabile che il numero degli arrestati aumenti nelle prossime ore. 

Al momento il bilancio complessivo è di 12 persone arrestate. Oltre agli storici leader di Forza Nuova – Giuliano Castellino e Roberto Fiore per l’appunto – c’è anche la promotrice della manifestazione, P.T, di anni 39, ed A.L., di anni 65, ex appartenente ai NAR. I reati per cui vengono segnalati sono numerosi, fra i quali, danneggiamento aggravato, devastazione e saccheggio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. La posizione di queste persone è al vaglio della Procura della Repubblica di Roma. Sei persone sono state arrestate in flagranza, altre sei, fra i quali i suddetti appartenenti a Forza Nuova, nella notte con arresto differito. Sono in corso ulteriori attività di indagine e di verifica dei filmati registrati dal personale della Polizia Scientifica, al fine di valutare altre condotte penalmente rilevanti per i fatti accaduti.

Agenti feriti, in 10.000 a Roma

Trentotto invece gli appartenenti alle forze dell’ordine rimasti feriti durante gli scontri. Tra questi un dirigente della questura che ha riportato la frattura di una costola e un operatore della polizia scientifica a cui è stato fratturato uno zigomo. Alla manifestazione, in Piazza del Popolo, promossa da “Liberi Cittadini” per protestare contro l’adozione delle misure sanitarie disposte a contrasto del contagio epidemiologico da Covid 19, hanno preso parte complessivamente circa 10.000 persone.

Nel corso dei servizi preventivi sono stati intercettati ed identificati numerosi manifestanti provenienti da varie regioni d’Italia; sono stati individuati e controllati complessivamente 56 minivan e 5 pullman e numerose moto, per un totale di circa 600 manifestanti provenienti da Reggio Emilia, Padova, Mantova, Brescia, Verona, Torino, Milano, Bergamo, Pesaro Ancona, Firenze, Trieste, Bolzano, Modena, Treviso, Rovereto ed Arezzo.

No Green Pass nel resto d’Italia 

Ma non c’è stata solo Roma. Ieri ci sono state tensioni anche a Milano, manifestazioni (non pacifiche) e guerriglie che il Premier Draghi e il Presidente Mattarella condannano fermamente. “Condanno fermamente le violenze che hanno avuto luogo oggi in alcune città italiane. E’ inaccettabile che la legittima espressione delle proprie idee possa sfociare in aggressioni e atti d’intolleranza di qualsiasi genere. Esprimo tutta la mia solidarietà alle forze dell’ordine e alla Cgil”, afferma il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati. Per il Presidente della Camera Roberto Fico “esprimere le proprie opinioni e manifestare pacificamente è legittimo, usare la violenza invece no. Le manifestazioni squadriste di questi minuti in centro a Roma sono inaccettabili e vanno condannate con forza. Voglio inoltre dare la vicinanza mia e di Montecitorio alla Cgil per le intimidazioni subite e gli atti di violenza”. 


Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it