Home News Cronaca Ostia Antica, 21enne rapinato e pugnalato al petto da una banda di...

Ostia Antica, 21enne rapinato e pugnalato al petto da una banda di Rom: è grave

Rapine e violenza in pieno giorno a Ostia Antica, dove nella tarda mattinata di ieri un ragazzo si 21 anni è stato ferito gravemente da un gruppo di rom entrati in casa sua per rubare.

Il ragazzo ieri mattina si trovava da solo nell’appartamento in cui vive insieme alla madre. Aveva tutte le serrande di casa abbassate e stava riposando. Forse proprio questo aveva fatto pensare ai rom che in casa non ci fosse nessuno.

Verso le 11 la banda di rapinatori rom, composto da 2 uomini e 1 donna, hanno scavalcato il piccolo cancello che circonda la palazzina e con agilità si sono arrampicati al primo piano.

Armati di cacciavite hanno forzato le finestre dell’appartamento del 21enne e sono riusciti ad entrare. Una volta in casa hanno iniziato a rovistare in ogni angolo della casa alla ricerca di denaro e oggetti preziosi.

Proprio per il frastuono che stavano facendo, il 21enne si era risvegliato e si era trovato davanti i tre. Impaurito, aveva iniziato a urlare e aveva provato a bloccare i rom per cercare di recuperare i soldi che avevano trafugato.

“Erano i soldi che ci servivano per pagare le bollette”. Ha poi raccontato la mamma del 21enne.

I rom, però, non si sono fatti intimorire ed hanno iniziato una colluttazione con il giovane. Uno dei tre, poi, ha conficcato il cacciavite che avevano usato per forzare l’appartamento nel torace del ragazzo, perforandogli un polmone. Il 21enne, rimasto senza fiato, ha quindi mollato la presa, riuscendo però prima a strappare un frammento della maglietta del suo aggressore.

A quel punto la banda di rom si è data alla fuga, scappando attraverso il portone d’ingresso dell’appartamento. Nella fuga i tre sono stati visti da alcuni vicini, che poi hanno fornito un identikit alle autorità.

I vicini sono poi accorsi in aiuto del 21enne ed hanno allertato il 118, giunto repentinamente sul posto con un’ambulanza.

Il 21enne è stato trasportato d’urgenza in codice presso l’Ospedale San Camillo di Roma, dove è ancora ricoverato in prognosi riservata.

“Ancora non mi spiego come possa essere accaduto”. Ha raccontato la mamma del ragazzo. “Ringrazio i vicini che hanno soccorso mio figlio. Quando sono entrata era tutto in disordine. Era meglio se glieli lasciava prendere quei soldi – conclude la donna, ancora sotto choc – il denaro non vale la salute di mio figlio”.

La polizia scientifica ha effettuato i rilevi e sta analizzando alcuni elementi ritrovati sulla scena dell’aggressione, tra questi l’elemento principale è proprio il frammento di maglietta strappato dal 21enne. La polizia sta setacciando la zona in cerca dei 3 rom.