Home News Cronaca Roma, il suo cane lo sbrana durante la passeggiata: 43enne morto dissanguato

Roma, il suo cane lo sbrana durante la passeggiata: 43enne morto dissanguato

Una morte assurda, data da quello che sarebbe dovuto essere i suo amico più fedele, il suo cane.

E’ successo venerdì pomeriggio verso le 18 a Roma, sulla Prenestina all’altezza della Borghesiana, in via Bitti.

Un uomo di 43 anni, Gianluca Romagnoli, era sceso con il suo animale, un cane Corso di tre anni, per la consueta passeggiata pomeridiana nel parco.

Non vedendolo rientrare dopo parecchio tempo, la moglie Isabella è andata a cercarlo e lo ha trovato steso a terra in un lago di sangue, con il piumino strappato in diversi punti e ferite alle mani e al braccio sinistro.

La donna ha anche visto il cane, che camminava con il guinzaglio sciolto e il muso ricoperto di sangue. La bestia ha tentato di aggredirla e di morderla e la donna ha fatto molta fatica a prenderlo, portarlo fino a casa e legarlo a un paletto del giardino. 

La donna aveva intanto chiamato i soccorsi e in poco tempo sono arrivati i sanitari del 118 e la polizia.

Gianluca Romagnoli giaceva a terra con il cellulare vicino, forse per cercare di rispondere alla moglie, quando lo chiamava per sapere dove fosse, e chiederle aiuto.

Da quanto emerge dall’esame del medico legale, pare che il 43enne – che ha tentato in tutti i modi di liberarsi del cane lo aveva aggredito – sia stato morso all’avambraccio sinistro: i denti hanno reciso l’arteria omerale e questo ha provocato un’emorragia fatale per l’uomo.

Gianluca Romagnoli lascia due bambini piccoli.