Roma, sospesa licenza di un esercizio commerciale per schiamazzi notturni e liti tra avventori

Pubblicato il
negozio chiuso polizia casilina Roma

Il Questore di Roma, il dottor Carmine Belfiore, ha disposto la sospensione della licenza di un esercizio commerciale situato in via Casilina, a seguito di numerose segnalazioni da parte dei residenti per schiamazzi notturni e liti frequenti tra i clienti.

La sospensione della licenza all’esercizio commerciale dentro Roma

L’azione delle forze dell’ordine fa parte di una serie di controlli amministrativi in corso su tutto il territorio della Capitale, mirati a preservare l’ordine pubblico e la sicurezza. L’istruttoria condotta dalla Divisione di Polizia Amministrativa ha evidenziato che il locale era diventato un focolaio di disturbo della quiete pubblica e di pericolo per la sicurezza dei cittadini.

Liti e schiamazzi nel locale sulla Casilina

In particolare, gli agenti hanno riscontrato che, a seguito dell’apertura del locale, si verificavano con frequenza schiamazzi e liti tra gli avventori, che spesso si protraevano fino a tarda notte, disturbando il riposo dei residenti della zona. In un caso, alla fine di ottobre, la Polizia è stata addirittura costretta a intervenire per sedare una lite tra due individui visibilmente alterati.

L’azione del Questore di Roma

Alla luce di questi elementi, il Questore di Roma ha disposto la sospensione della licenza per un periodo di 15 giorni. Il provvedimento è stato notificato agli interessati dagli agenti del Commissariato Torpignattara, che hanno affisso all’ingresso del locale un cartello con la scritta “Chiuso con provvedimento del Questore”. Questa azione mira a garantire la tranquillità dei residenti e a ristabilire l’ordine pubblico in una zona che aveva subito notevoli turbamenti a causa delle attività del locale in questione.

I controlli della Polizia sulle attività commerciali a Roma

La Polizia di Stato continuerà a condurre controlli amministrativi su tutto il territorio romano per mantenere la sicurezza e la serenità della città. La decisione del Questore di Roma è un segnale forte dell’impegno delle forze dell’ordine nel contrasto a tutte le forme di disturbo della quiete pubblica e di pericolo per la sicurezza dei cittadini. La sospensione della licenza di un esercizio commerciale è una misura drastica, ma necessaria per garantire la tranquillità dei residenti e il rispetto delle regole da parte di tutti. La speranza è che questo intervento possa servire da deterrente per altri locali che dovessero adottare comportamenti simili.

Impostazioni privacy