Connettiti con noi

Ultime Notizie

TARSU, A POMEZIA LA TASSA AUMENTA DEL 15%

Pubblicato

il

L’Epifania porta un “regalino” agli abitanti di Pomezia, che, attraverso la Delibera di Giunta 2011/245 del 29/12/2011 si vedono aumentare la TARSU, ovvero la “tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani ed assimilati” del 15%. “Visto l’articolo 77-bis, comma 30, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n. 133 – si legge nella delibera – il quale estende a tutto il triennio 2009-2011 la sospensione del potere degli enti locali di deliberare aumenti dei tributi, delle addizionali, delle aliquote ovvero delle maggiorazioni di aliquote ad essi attribuiti da legge dello Stato disposta dall’articolo 1, comma 7, del decreto legge 27 maggio 2008,n. 93, ad eccezione degli aumenti relativi alla tassa sui rifiuti solidi urbani; Dato atto quindi che, per quanto riguarda la tassa smaltimento rifiuti solidi urbani interni, permane invariato il potere del comune di aumentare le tariffe, al fine di conseguire l’integrale copertura dei costi del servizio; Rilevato: che le tariffe relative alla Tassa Rifiuti Solidi Urbani sono state da ultimo aggiornate nell’anno 2009, garantendo un grado di copertura dei costi per una percentuale pari al 71% circa; Richiamato l’art 14 comma 1 del D.L del 6 dicembre 2011 nr 201 il quale prevede che:  “A decorrere dal 1° gennaio 2013 è istituito in tutti i comuni del territorio nazionale il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi, a copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento, svolto in regime di privativa dai comuni, e dei costi relativi ai servizi indivisibili dei comuni”. Ritenuto, pertanto, opportuno, al fine di garantire l’equilibrio di bilancio e di raggiungere gradualmente l’obiettivo di integrale copertura dei costi del servizio, obbligatorio a partire dal 2013, procedere, per l’Esercizio Finanziario 2012, ad un incremento delle tariffe relative alla Tassa sui Rifiuti Solidi Urbani ( Ta.R.S.U.) nella misura percentuale del 15%”. Agli aumenti decisi dal Governo centrale per IVA, benzina e autostrade – con conseguenti aumenti di tutti i generi alimentari e non, visto che il trasporto in Italia è quasi tutto su gomma – ed all’introduzione dell’IMU, ovvero un’ICI più che raddoppiata, ecco anche l’aumento della tassa sulla raccolta dei rifiuti. Si spera almeno che l’aumento possa determinare anche un miglioramento del servizio, che a tutt’oggi non è certo ottimale, come si è potuto purtroppo notare ancora una volta durante il periodo festivo… “Tra sei mesi il contratto di appalto con le attuali ditte scadrà e provvedermo ad una nuova gara, con un capitolato più adatto alle esigenze della città e con garanzie maggiori nei confronti dell’Amministrazione e dei cittadini – ha spiegato Pietro Toce – Per quanto riguarda l’aumento, si è reso necessario perché, con i precedenti parametri di pagamento, rimaneva scoperta una fetta sostanziale, quasi il 30%, che ricadeva sulle casse comunali. Abbiamo comunque cercato di contenere il disagio per i cittadini, trovando la via di mezzo del 15% che ci porta ad una copertura dei costi dell’86%. Il restante contiamo di ottenerlo attraverso il recupero dell’evasione fiscale”.

12 Comments

12 Comments

  1. equilibrio

    4 Gennaio 2012 - 17:28 at 17:28

    ma è mai possibile che in qualsiasi periodo dell’anno si intervisti l’assessore all’ambiente toce lui che: “tra sei mesi scadrà il contratto…”……..ma sono sempre sei mesi????? il tempo non passa a pomezia????

  2. Anonimo

    4 Gennaio 2012 - 19:27 at 19:27

    “con un capitolato più adatto alle esigenze della città e con garanzie maggiori nei confronti dell’Amministrazione e dei cittadini “. Quali garanzie? Di produrre rifiuti destinati a discariche e/o inceneritori a due passi da casa? O di trasformare, finalmente, i rifiuti in una risorsa? Io sono disposto a pagare di più, ma per salvaguardare il futuro mio e della mia famiglia, non per distruggerlo.

    • giuseppe

      5 Gennaio 2012 - 00:09 at 00:09

      se chi ci amministra avesse un solo pizzico del tuo buonsenso staremmo tutti meglio. strano popolo, in gran parte, quello italiano.\npreferisce essere guidato da affamati  incompetenti che da persone perbene. peccato che il conto poi finisca sul tavolo di tutti..

  3. Maurizio

    4 Gennaio 2012 - 20:12 at 20:12

    Che la tarsu sia una tassa fra le piu’ ingiuste e’ risaputo, ma in un periodo di crisi che venga assurdamente aumentata e’ a mio avviso un reato! E’ come se un operaio in cassa integrazione facesse gli scippi alle vecchiette che ritirano la pensione. Questo modo dei comuni e dello stato di aumentare le tasse per risolvere i propri problemi che poi riguardano solamente i loro stipendi in quanto non fanno nulla oltre a negare perfino i diritti alla sanita’!\n

  4. gino

    5 Gennaio 2012 - 09:41 at 09:41

    vergogna  sindaco de fusco ora come al solito dara la colpa al governo MONTI ma la colpa e’ tutta di questa amministrazione, con una delibera di giunta ha aumentato anche il costo del suolo pubblico oltre che a quello della tarsu .\n\nps:ai grillini chiedo solo una cortesia di SFIDUCIARE IL SINDACO DE FUSCO , sta distruggendo pomezia FERMATELO GRAZIE

    • Ciccio

      8 Gennaio 2012 - 14:19 at 14:19

      a gino  loro  fanno  spari  li  soldi  nostri  in  piu  ci  aumentano   mondezza e  altro vedrai  l  imum  la  porteranno  al  massimo. i  fessi  pagano  loro  diventano  ricchi  senza   lavorare .  w pomezia  .

  5. Enzo

    5 Gennaio 2012 - 10:03 at 10:03

    Pago 400 euro l’anno per uscire di casa e trovarmi immerso dai rifiuti, pago tasse e non poco per non avere ancora nel 2011 acqua potabile e fogne, vado alla riunione all’asilo di mia figlia e mi chiedono un contributo per la cancelleria, salgo in macchia ogni giorno per percorrere strade comunali devastate dalle buche, vado in palestra ed incontro dipendenti comunali in orario di lavoro, vado al bar ed un dipendente comunale mi dice che l’ufficio è scoperto perché i suoi colleghi sono tutti impegnati, sempre in orario di lavoro, per il censimento, vivo in un paese in cui arrestano per tangenti un impiegato comunale e nessuno si stupisce perché tutti sapevano. Da decenni questa città è amministrata da gente incapace ed opportunista che utilizza la cosa pubblica per interessi privati e noi gli diamo la possibilità di farlo. Hanno portato le casse comunali sull’orlo del dissesto grazie a delibere a dir poco scriteriate (Aser, Arcalgas, GFM, teatro, acquisto Selva dei Pini, Università, etc.) e noi consentiamo loro ancora di amministrarci. Forse è giunto il momento di scendere in piazza, magari in occasione del prossimo consiglio comunale, aspettiamoli all’uscita e gettiamo ai loro piedi monetine da 1 centesimo…sarà difficile ma forse qualcuno capirà che la misura è colma..

  6. Valentino Valentini

    5 Gennaio 2012 - 10:40 at 10:40

    E’ ora di passare dalla TARSU alla TIA e dare definitiva realizzazione a un decente (non l’attuale) porta a porta, di dare inizio a una seria (non l’attuale) politica del riciclo, di emanare ordinanze sindacali per il divieto di commercializzare sul territorio prodotti con imballaggi non conformi a una seria politica del recupero. Altrimenti staremo sempre a parlare di aria fritta

  7. Anonimo

    5 Gennaio 2012 - 19:24 at 19:24

    Il consiglio si terrà il giorno 10 ed 11. Già partecipano poche persone, almeno comunichiamo  le date corrette 🙂

  8. Andrea Paolini

    5 Gennaio 2012 - 20:59 at 20:59

    Giusto a Dicembre ho consegnato all’Assessore Toce l’elenco dei disservizi del 2011 relativi alla raccolta differenziata nel quartiere “La Macchiozza”.\nEcco l’elenco…\nhttp://lamacchiozza.wordpress.com/segnalazioni/dis-servizio-raccolta-differenziata\nManca il mese di Dicembre perchè hanno ritenuto di elimare l’ufficio preposto alle segnalazioni disservizi al quale telefonano e mandavo email…\n\ncomplimenti. Sempre peggio.

  9. Anonimo

    6 Gennaio 2012 - 10:22 at 10:22

    “La raccolta porta a porta in tutto il Comune – ha dichiarato il Sindaco Enrico De Fusco – è una risposta chiara e decisa della nostra Amministrazione al problema dei rifiuti”. Dichiarazione di luglio 2011, nuova amministrazione. Se l’Assessore Toce, nel nuovo contratto di appalto, non estenderà un efficiente servizio Porta a Porta a tutta la citta , se la dovrà vedere con il primo cittadino che immagino non vorrà essere così palesemente preso in giro.

  10. Valentino Valentini

    8 Gennaio 2012 - 12:59 at 12:59

    Ah Piero che sei annato a fà a Salerno? N’hai ‘mparato gnente? Stai fermo a li tempi de Checco e Nina! Troglo!!

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy