Connettiti con noi

News

Terza dose, al via oggi in Italia: chi sono i primi 3 milioni. Segnali positivi da Israele: crollo della positività

Si parte oggi, in tutta Italia, con la somministrazione della terza dose di vaccino. La nuova iniezione è rivolta a 10 categorie di pazienti fragili, la maggior parte chiamati direttamente dalla Asl o dagli ospedali. Intanto i dati in Israele fanno ben sperare

Pubblicato

il

terza dose vaccino in Italia

Sono passati 9 mesi dal giorno in cui l’Italia ha somministrato la prima dose di vaccino; e bene oggi, lunedì 20 settembre, questa immensa campagna vaccinale è arrivata alla terza dose. Da questa mattina, in tutte le Regioni, sono iniziate le iniezioni per chi ha già la doppia dose del vaccino anti Covid. 

La fetta di popolazione interessata ammonta circa a 3 milioni di pazienti, tutti fragili, immunocompromessi, medici e persone che lavorano a stretto contatto con persone più deboli. Per molti di loro la vaccinazione sarà a ‘chiamata’: direttamente dalla Asl o dall’ospedale che li ha in cura; altri invece dovranno prenotarsi o saranno convocati dal medico di famiglia. 

Terza dose, il caso Israele: positività ridotta dell’84%

Israele è stato il primo Paese a somministrare e a verificare l’efficacia della terza dose. Stando quanto riportano i dati del mese di settembre la positività al Coronavirus è crollata dell’84%. I numeri sono frutto della ricerca coordinata da Weinberger proprio sulle cifre raccolte dai Maccabi healthcare service. 

Da questi si evince che chi ha ricevuto la terza dose (di Pfizer) ha ridotto il rischio di infezione dal 48% al 68% da una settimana a 13 giorni dopo l’infezione; rispetto a coloro che sono coperti con la doppia dose. Ma non è tutto: la protezione è aumentata e ha ridotto il tasso di positività dal 70% all’84% in sole due settimane

Terza dose: chi dovrà farla in Italia, con quale siero 

In Italia, dove i dubbi delle persone sono ancora tanti, per il momento la terza dose è riservata ad una piccola porzione della popolazione. Parliamo in totale di 10 categorie e, più nello specifico, di 10 patologie/condizioni: 

  • trapianto di organo solido in terapia immunosoprressiva 
  • trapianto di cellule staminali ematopoietiche 
  • attesa di trapianto d’organo 
  • terapia a base di cellule T 
  • patologia oncologica 
  • immunodeficienze primitive 
  • immunodeficienze secondarie 
  • dialisi e insufficienza renale cronica grave 
  • pregressa splenectomia 
  • Aids 

La terza dose si riceverà solo ed esclusivamente con uno dei due vaccini a mRna autorizzati: Pfizer per i soggetti d’età uguale o superiore a 12 anni, Moderna per tutti gli over 18. La somministrazione deve avvenire dopo almeno 28 giorni dall’ultima dose. 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy