Connettiti con noi

Ultime Notizie

TORVAIANICA E SANTA PALOMBA SI DIFFERENZIANO: ARRIVA IL PORTA A PORTA

Pubblicato

il

La tradizione dice che, nella notte dell’ultimo anno, si debba buttare qualcosa di vecchio. Quest’anno gli abitanti di Torvaianica, Campo Ascolano, Campo Jemini e Roma 2-Santa Palomba dovranno disfarsi dei rifiuti, o meglio, dei metodi adottati finora per liberarsene. Perché con l’inizio del 2011 in questi quartieri partirà la raccolta differenziata, con il servizio porta a porta che già da qualche tempo è in atto a Torvaianica Alta ed a Martin Pescatore. Il progetto, realizzato dall’amministrazione comunale con il contributo della Provincia di Roma e della Regione Lazio, sarà operativo a partire dal 31 gennaio, ma già a partire dalla prima settimana dell’anno e per tutto il periodo di attivazione, nelle zone interessate saranno presenti gli operatori CSN – Aimeri Ambiente per la distribuzione delle dotazioni e dei kit dei contenitori per il conferimento dei rifiuti differenziati previsti sia per le utenze domestiche che per quelle commerciali. Verranno distribuiti inoltre il calendario del servizio di raccolta ed un opuscolo contenente le informazioni sul riconoscimento dei materiali e per la loro differenziazione. Ogni famiglia riceverà un pieghevole informativo con le caratteristiche del servizio, per spiegare il quale sono inoltre previsti incontri pubblici e punti informativi. Luoghi e date degli incontri verranno resi noti sia nel pieghevole che in manifesti che verranno appositamente affissi nei quartieri interessati. “Dopo una prima fase di sperimentazione – ha affermato Michele Civita, assessore alle Politiche del Territorio e Tutela Ambientale della Provincia di Roma – il servizio di raccolta differenziata porta a porta si estenderà, nei primi mesi del nuovo anno, anche in altri quartieri di Torvaianica. L’estensione del servizio, ch è stato finanziato grazie ad un contributo provinciale di 550.107,60 euro e coinvolgerà più di 20 mila cittadini, va a sostegno degli obiettivi che la Provincia di Roma si è impegnata a raggiungere per il 2012, data in cui vogliamo coinvolgere nel porta a porta un milione di abitanti”.\n\nMolto soddisfatto l’assessore all’ambiente del Comune di Pomezia, Daniele Martinelli. “La sinergia tra gli Enti ha portato a questo importante risultato, che ci permetterà di garantire la copertura del servizio su più del 40% della popolazione del territorio comunale. Parliamo di circa 10.000 nuclei familiari che si aggiungono ai 2.200 dove il progetto è già attivo”. Perché siete partiti da Torvaianica? “Perché è un territorio più difficile da gestire, visto che nel periodo estivo la popolazione aumenta a dismisura. Abbiamo quindi preferito partire dalla costa nel periodo invernale, per poter tarare al meglio il servizio alla luce della fluttuanza turistica Contiamo molto sulla collaborazione di tutti i cittadini, dei commercianti e delle associazioni: grazie a loro si potranno ottenere ottimi risultati in termine di percentuale di raccolta differenziata, con notevole riduzione del conferimento dei rifiuti in discarica. Questo obiettivo ci spinge quindi a proseguire alacremente il nostro lavoro, affinché nel breve periodo il servizio possa essere esteso anche a tutto il resto del territorio”. L’amministrazione comunale ha anche attivato un numero verde – 800 678 229 – per tutte le informazioni necessarie al corretto svolgimento del servizio. Il numero risponde dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 17:30.


5 Comments

5 Comments

  1. maurizio

    30 Dicembre 2010 - 16:56 at 16:56

    Speriamo che mettano i secchioni e che dicano alla gente come suddividere, non come ad ardea che fanno come gli pare.\nTanto qui ad ardea c’e’ l’abuso di potere che poi portera’ inevitabilmente prima o poi alla ribellione in quanto a mio avviso parlano e si complimentano da soli ma alla fine e’ gente che comanda ma che in realta’ non sa’ pulirsi nemmeno il c..o da solo!\nTutta gente incompetente e piena do boria!

  2. FRANCESCO

    11 Gennaio 2011 - 14:36 at 14:36

    Molto interessante l’iniziativa!!!\nSarebbe “simpatico” poter raggiungere i cassonetti per la raccolta differenziata con le scarpe pulite e non sporche di fango — oltre ai cassonetti è “per caso” prevista anche il “facimento” delle strade e dell’illuminzaione?

  3. rita

    1 Febbraio 2011 - 13:01 at 13:01

    Help!(zona torvaianica da anni dimenticata nella sua indecenza iginica)\nsto cercando da alcuni giorni attraverso consulenze on line e al numero verde di capire come e’ possibile che il comune possa appriopriarsi di aree condominiali quindi private per l’utilizzo come posteggio dei secchioni per la raccolta differenziata imponendoci l’uso capione. Che dite il responsabile del progetto avra’ anche l’umido nel suo giardino a contatto con i suoi familiari? e poi io perche privato cittadino devo provvedere a mettere i secchioni fuori la sera prima del ritiro? divento dipendente e collega operatore ecologico?vorrei intentare causa, qualcuno sa’ rispondermi ?

    • Gianni S.

      3 Febbraio 2011 - 16:35 at 16:35

      Come ho già avuto modo di intervenire su un altro sito l’ordinanza n. 18 del 12 febbraio 2008 \n\nORDINA\n\n1. Ai cittadini residenti, domiciliati o dimoranti nelle zone e nelle vie individuate, l’obbligo di utilizzare i contenitori concessi loro in comodato d’uso da parte di questo Comune, destinandoli alla raccolta e al ritiro dei rifiuti solidi urbani secondo le prescrizioni della presente ordinanza;\n2. Alle utenze non domestiche presenti nelle zone individuate, ed alle attività produttive di tipologia alimentare (bar, ristoranti, pizzerie, ecc.) presenti anche al di fuori delle stesse zone, di utilizzare i contenitori concessi in comodato d’uso da parte di questo Comune, destinandoli alla raccolta e al ritiro dei rifiuti secondo le prescrizioni disposte dal Settore Tutela dell’Ambiente;\n3. Di custodire all’interno delle aree di proprietà detti contenitori, evitandone manomissioni o alterazioni, provvedendo alla loro pulizia e conservazione, restando fermo l’obbligo in caso di furto o danneggiamento di reintegrarli a proprie spese. I contenitori dovranno essere consegnati dal vecchio al nuovo utente nei casi di vendita degli immobili, cambiamento di inquilino o altra variazione dell’utilizzatore dei locali, comunicando tale variazione a cura del subentrante;\n4. Di esporre i contenitori per il loro svuotamento al di fuori della propria abitazione, lungo il percorso di raccolta, nel rispetto delle modalità previste in allegato alla presente ordinanza e comunicate tramite gli opuscoli informativi;\n5. Nelle zone coperte dal servizio di raccolta porta a porta, il divieto di conferimento dei rifiuti domestici o provenienti da altre attività nei cassonetti precedentemente adibiti alla raccolta stradale qualora ancora stazionassero nelle vie o nelle zone elencate dall’entrata a regime del servizio.\n\nPuò non piacere ma l’ordinanza indica chiaramente che i bidoni devono stare all’interno della proprietà chi vuole fare diversamente si accomodi, a Pomezia le multe sono l’unica cosa certa.\n\nMi piace poi anche chiarire che la raccolta differenziata è nell’interesse delle future generazioni (cioè i nostri figli) e che automaticamente porta le persone a PENSARE quanto rifiuto acquistiamo ogni volta che andiamo negli esercizi commerciali.\n\nPer questo ritengo che ognuno deve fare la propria parte.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it